Homerus, velisti non vedenti dalla Finlandia al Garda

0

BOGLIACO – Fino a lunedì 28 settembre velisti non vedenti finlandesi a lezione di match-race sul Garda con gli istruttori di Homerus, il progetto gardesano di vela autonoma per non vedenti.

Verranno utilizzate imbarcazioni Meteor,  acquistate con il generoso contributo di Camozzi Spa e Rotary Club Brescia Castello. Numerosi istruttori/volontari (Alessandro Gaoso, Alessandro Patucelli, Giulio Comboni, Giorgio Zorzi e Pietro Bembo) si dedicheranno alla spiegazione teorica di regolamento match-race e tattica di gara, e alla successiva pratica in acqua che prevede l’utilizzo delle apparecchiature sonore (boe e suoni di navigazione) necessarie alla vela autonoma per non vedenti.

In questa occasione,  anche Alessandro Malipiero e Luigi Bertanza (velisti non vedenti Homerus) si sperimenteranno per la prima volta in veste di istruttori dei colleghi finlandesi.

Inoltre, parteciperà al corso un istruttore spezzino, che metterà poi in pratica quanto appreso a Bogliaco nella nascente scuola di vela autonoma a La Spezia.

La Rai documenterà con riprese ed interviste  questa straordinaria esperienza che da lustro non solo ad Homerus, ma a tutta la XIV Zona FIV e alla Federazione Italiana Vela.

Il sistema di vela autonoma per non vedenti, che permette ai velisti ciechi di regatare in autonomia senza l’ausilio di vedenti a bordo,  è stato ideato e sviluppato da Homerus e si è rapidamente diffuso in tutto il mondo come  disciplina velica che permette di esprimere ad altissimi livelli le capacità tecnico-agonistiche di numerosi non vedenti.

L’arrivo a Bogliaco di questo gruppo di velisti finlandesi (4 velisti ciechi e 2 accompagnatori/istruttori vedenti), capitanati da Pekka Rantanen (che ha partecipato al Campionato Mondiale IFDS Homerus match-race  del 2010) testimonia il grande interesse per questo sport ed è un ulteriore passo verso il pieno sviluppo di questo grande progetto italiano.

Alessandro Gaoso, ideatore e anima del progetto Homerus.
Alessandro Gaoso, ideatore e anima del progetto Homerus.

Lascia una risposta