Garda Lombardia sale in cattedra, il turismo spiegato agli studenti

GARDA BRESCIANO - Con una serie di incontri dedicati a studenti universitari e di istituti superiori, il consorzio gardesano illustra ai giovani i progetti di marketing territoriale del futuro.

Incontrare giovani studenti che guardano al settore del turismo come ad un possibile sbocco professionale futuro. È una delle nuove mission del Consorzio Lago di Garda Lombardia, l’ente misto pubblico-privato che si occupa di promuovere il territorio del Garda occidentale partecipato da tutti i comuni e dagli operatori privati della sponda bresciana del Garda.

Sotto la presidenza dell’albergatore sirmionese Franco Cerini, il consorzio ha elaborato numerosi progetti dedicati in particolare ai giovani, a partire da iniziative di marketing mirate a studenti universitari di numerose capitali europee – individuati come target preferenziale per il turismo benacense – fino ad arrivare ad iniziative volte al sostegno dei percorsi formativi che sono stati ideati per creare le nuove leve degli operatori e del personale delle strutture ricettive e della ristorazione.

Negli ultimi giorni quest’attività ha portato il presidente di Garda Lombardia e i suoi collaboratori ad incontrare a Brescia un gruppo di studenti della Cattolica (nella foto sopra) e, a Gardone Riviera, presso la sede del consorzio, una classe del CFP Zanardelli di Ponte di Legno (nella foto qui sotto).

 

Al centro dell’attenzione nell’appuntamento in università, con gli iscritti al corso di “Marketing del territorio e della PMI” della professoressa Maria Paola Pasini, vi erano le tecniche di comunicazione e promozione sfruttate dal Garda per emergere e raccogliere consensi a livello internazionale. Partendo dall’analisi delle diverse realtà territoriali e attraverso l’approfondimento delle loro caratteristiche, si sono analizzate le potenzialità di valorizzazione del prodotto turistico con piattaforme digitali e con gli strumenti più tradizionali.

Un approccio diverso è stato quello con i ragazzi del centro di formazione professionale di Ponte di Legno, frequentanti il corso di studi per Tecnico di Animazione Turistico Sportivo.

I giovani camuni sono stati accompagnati sul Garda per un’intera giornata da due docenti, tra i quali il sindaco dalignese Ivan Faustinelli. Il programma dell’incontro comprendeva una lezione informale sulle caratteristiche del sistema turistico benacense, evidenziando i settori dell’economia locale che maggiormente nel corso dei prossimi anni avranno necessità di attingere dal mondo della scuola personale altamente preparato. La giornata di studio fuori porta si è conclusa con una visita guidata al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, luogo simbolo delle tante straordinarie attrattive della regione gardesana.

“Incontrare gli studenti e dialogare con il mondo della scuola e dell’università è una delle attività più qualificanti del Consorzio Lago di Garda Lombardia – ha commentato il presidente Cerini -. Per noi è particolarmente gratificante sapere che le imprese del turismo continuano ad offrire elevati livelli occupazionali, specialmente a ragazzi con una solida cultura di base e la tipica capacità di mettersi alla prova, con entusiasmo, che caratterizza gli studenti più motivati e affamati di sapere”.

Cerini Franco, presidente del Consorzio Lago di Garda Lombardia.

 

I commenti sono chiusi.