Regione Lombardia, appello all’Europa per salvare il carpione

SALÒ - Si chiama Life Scipione ed è l’estremo tentativo di salvare il carpione, specie autoctona ed esclusiva del Garda, a rischio estinzione. Il progetto, candidato a  finanziamento UE, è stato presentato oggi a Salò dall’assessore regionale Fabio Rolfi.

La popolazione del Carpione, salmonide autoctono esclusivo del lago di Garda, ha subito negli anni una drastica riduzione: l’andamento del pescato professionale medio annuo è passato da 230 quintali del 1968 a 27 quintali nel 1988 con un continuo calo che ha portato il pescato medio della specie,  dal 2007 in poi, al di sotto del quintale.

La specie è oggi considerata in “pericolo critico” secondo la classificazione IUCN ed è inserita nella lista rossa dei pesci d’acqua dolce della direttiva 92/43/CEE. Il fatto che sia una specie endemica esclusiva del Garda impone adeguati interventi a sua protezione perché esposta ad elevato rischio di estinzione.

Fra le cause del decremento e della fragilità della popolazione del carpione:

  • Peggioramento della situazione trofica del lago e degrado qualitativo delle acque che, a partire dalla metà del Novecento, ha profondamente modificato i popolamenti ittici dei laghi sotto l’azione dell’eutrofizzazione, dell’artificializzazione del bacino con regolazione artificiale dei periodi di magra e di piena, la costruzione di scogliere, darsene, spiagge ed il degrado della costa, il taglio del canneto, gli scarichi fognari e le fioriture algali, la presenza di specie alloctone, ecc.; modificazione delle aree di frega in conseguenza delle condizioni trofiche del lago e del degrado di cui sopra;
  • prelievo eccessivo da parte della pesca professionale per la ricercatezza delle carni e l’alto valore commerciale;
  • competizione alimentare con altre specie planctofaghe (secondo il WWF la specie è in competizione con il coregone; leggi qui);
  • in quanto specie endemica presente nel solo Gardaè soggetta a ridotta variabilità genetica, premessa per uno stadio di non ritorno.

 

Carpione del Garda
2015: esemplari di carpione da 18/20 centimetri mentre vengono rilasciati nel Garda.

 

Cosa è stato fatto e si sta facendo per la salvaguardia della specie

A protezione del Carpione a partire dal 2015 nelle province di Brescia e Verona è stato disposto il divieto di pesca per cinque anni (fino al 2020). Stesso provvedimento ha assunto nel mese di gennaio 2019 la Provincia autonoma di Trento sulla propria parte di lago.

Dal 2011 Provincia di Brescia prima, Regione Lombardia poi, hanno approfondito gli studi sulla specie ed effettuato prove di allevamento in cattività acquisendo (mediante prelievo dal lago) uno stock di riproduttori ed il know how della riproduzione (Progetto “SalvaCarpio”).

Attualmente Regione Lombardia sta proseguendo con le attività di allevamento del Carpione:

  • presso il centro ittiogenico di Desenzano, sono stabulate circa 8.000 uova di Carpione reperite nelle scorse settimane con cattura di pochi esemplari di riproduttori selvatici.
  • presso un impianto privato di Ponte Caffaro è stabulato uno stock di circa 2500 Carpioni di età compresa tra i 2 ed i 5 anni di proprietà di Regione Lombardia; si tratta di circa 2.500 esemplari per un peso di circa 500 Kg.

Gli sforzi finora messi in atto devono integrarsi ad una progettualità molto più ampia che possa tenere in considerazione il miglioramento genetico delle specie allevate, la verifica dell’efficacia dei ripopolamenti, il ripristino delle aree di riproduzione naturale.

La presentazione del Progetto Life Scipione.

 

La candidatura al Bando Life 2018

PROGETTO LIFE SCIPIONE (Saving Salmo carpio a Crucial Intervention to Preserve this ectraordinary species In the ONly lake where it’s Endemic)

Nel giugno dello scorso anno Regione Lombardia ha presentato alla Commissione Europea in qualità di capofila il concept note per la realizzazione di un progetto quadriennale per la salvaguardia del Carpione nell’ambito del bando Life 2018.

 

Il 24 ottobre 2018 la Commissione Europea ha comunicato che la proposta presentata ha superato la valutazione di qualità e invitato Regione Lombardia alla stesura del progetto definitivo.

Il progetto è stata presentata il 30 gennaio scorso. La risposta della Commissione Europea dovrebbe arrivare entro il mese di giugno 2019.  Le azioni di progetto possono avere inizio già a partire da settembre/ottobre 2019.

I costi

Il progetto ha un costo complessivo di € 2.254.313 e prevede un contributo EU di € 1.259.313.

 

 

I partner di progetto

1) REGIONE LOMBARDIA in qualità di capofila; 2) FONDAZIONE EDMUND MACH (San Michele all’Adige TN); 3) PARCO ALTO GARDA BRESCIANO; 4) SEA LIFE – GARDALAND; 5) GRAIA srl; 6) FOGLIO s.s.

 

I sostenitori

Hanno aderito al progetto in qualità di sostenitori:  DIREZIONE AGROAMBIENTE DI REGIONE VENETO; AUTORITA’ DI BACINO DEI LAGHI DI GARDA E IDRO; COMUNITA’ DEL GARDA; CONSORZIO TURISTICO GARDA LOMBARDIA; ACQUE BRESCIANE srl; COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA; COMUNE DI VALVESTINO; UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BRESCIA – Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente; FAI CISL LOMBARDIA – pescatori di professione del LAGO DI GARDA; ASSOCIAZIONE DI PESCATORI DILETTANTI TIRLINDANA BASSO GARDA, ASSOCIAZIONI DI PESCATORI DILETTANTI DI LIMONE, MALCESINE E APS  BARDOLINO.

 

Le azioni in programma

  • le attività di allevamento e ripopolamento con l’obiettivo della selezione e miglioramento genetico degli stock allevati;
  • la mappatura e caratterizzazione delle aree di fondale profondo idonee alla riproduzione di Salmo carpio;
  • la verifica del livello di minaccia derivante dal siluro, relativo piano di controllo e monitoraggio degli effetti;
  • riproduzione artificiale, primo accrescimento e ripopolamento di Salmo carpio nel Lago di Garda e monitoraggio dell’efficacia dei ripopolamenti;
  • Creazione e ripristino di aree di fondale sommerso idonee alla riproduzione naturale di Salmo carpio e relativo monitoraggio;
  • attività di informazione, sensibilizzazione e divulgazione.
Carpione del Garda
Carpioni adulti d’allevamento.

 

I commenti sono chiusi.