Luigi Alberti alla presidenza del Consorzio Garda Lombardia

GARDONE RIVIERA - Luigi Alberti di Moniga è il nuovo presidente del Consorzio Garda Lombardia. Subentra al sirmionese Franco Cerini, in carica dal 2015. Vice presidenti Maria Sole Broglia di Sirmione e Luigi Bertoldi di Tignale.

Nuove vertice per il Consorzio Garda Lombardia. Lo ha eletto ieri sera, mercoledì 8, l’assemblea della realtà consortile che rappresenta oltre 500 strutture ricettive – e che associa anche Comuni, fondazioni, produttori e operatori della ristorazione e dell’enogastronomia – della riviera bresciana del lago.

Alberti, già assessore a Moniga del Garda e presidente di Italia in Rosa, subentra a Franco Cerini, sirmionese, in carica dal 2015, che a sua volta aveva preso il posto del limonese Chicco Risatti, nell’ottica dell’alternanza che vede succedersi alla guida del consorzio presidenti che sono espressione dell’alto, del medio e del basso lago.

L’ufficio di presidenza di Garda Lombardia si completa con i due vice presidenti: il riconfermato Luigi Bertoldi di Tignale, in rappresentanza dell’alto lago, e un nuovo ingresso, quello dell’altro vice presidente, Maria Sole Broglia, operatrice di Sirmione, dunque in rappresentanza del basso lago.

L’ex presidente Cerini rimane nel corposo direttivo del consorzio, nel quale siedono una sessantina di persone, due in rappresentanza per ogni località aderente, una nominata dal Comune, l’altra dalle associazioni di categoria.

“Innanzi tutto – ha dichiarato Luigi Alberti – desidero ringraziare il presidente Cerini per l’ottimo lavoro, che ha consentito di far conoscere sempre più il Consorzio e il nostro fantastico territorio, come del resto dimostrano i risultati in termini di presenze turistiche registrati negli ultimi anni. Mi prefiggo di continuare su questa linea. Ci sono le basi affinché il Consorzio e il territorio che rappresentano facciano quel salto di qualità che tutti auspichiamo”.

Luigi Alberti, neo presidente del Consorzio Garda Lombardia.

Alberti lavorerà per “fare sistema”, per costruire cioè quelle sinergie necessarie per una proficua attività promozionale, ma che vedano coinvolti tutti i soggetti, i comuni, gli operatori turistici, i consorzi enogatsronomici: “Tutti insieme dobbiamo diventare protagonisti del nostro futuro”.

Intanto, la stagione 2019 è partita col piede giusto: “Nonostante il brutto tempo – dice Alberti – registriamo una forte presenza di turisti, grazie anche ai ponti del 25 aprile e del 1° maggio. Anche le prenotazioni per le prossime settimane sono numerose”.

Garda lombardia logo

 

I commenti sono chiusi.