I reperti bellici bloccano le villette

0

LIMONE SUL GARDA – La presenza di una postazione di artiglieria del 1916 induce la Soprintendenza a bloccare l’operazione edilizia. L’opinione di Legambiente, in prima linea contro la devastazione dell’oliveto di Limone.

Ecco il comunicato stampa diffuso dall’associazione ambientalista sulla vicenda della lottizzazione nell’antico oliveto di Limone sul Garda.

Il circolo di Legambiente “Per il Garda” negli anni passati ha sempre sostenuto la campagna di mobilitazione del parroco di Limone, Don Eraldo Fracassi, contro il primo progetto di edificazione di un’area di rilevantissimo interesse storico e paesaggistico, ossia quella prospiciente l’antica chiesa di San Pietro e riguardante il suo bellissimo uliveto.

In seguito a questa mobilitazione il progetto è stato riposizionato in un’area vicina, ma non più coinvolgente la chiesa di San Pietro.

Tuttavia ritenendo che la costruzione di 17 villette, nonostante il riposizionamento, costituisse un’offesa al paesaggio gardesano e presentasse comunque il rischio di coinvolgere aree di interesse storico, abbiamo coinvolto un tecnico amico, il geometra Schena Titta, per effettuare alcuni rilievi.

Da questi rilievi è risultato che all’interno dell’area edificabile vi sono importanti reperti della Prima Guerra Mondiale. Nel sito infatti, nel 1916, era stato installato un cannone a grande gittata e costruite attorno ricoveri per la truppa e stoccaggi per le munizioni. Alcuni di questi manufatti sono presenti e ben conservati.

Con l’aiuto dell’avvocato Domenico Lombardi abbiamo dunque sollecitato la Sopritendenza affinchè essa analizzasse nuovamente la pratica alla luce degli importanti dati emersi in seguito ai nostri rilievi. La Soprintendenza accogliendo le nostre osservazioni ha revocato tempestivamente il parere favorevole già rilasciato agendo in autotutela. Ha demandato alla Direzione Generale per i beni culturali della Lombardia ed al Museo della  Guerra  Bianca in Adamello la decisione finale.

Pende sul progetto delle 17 villette anche  la recente legge Regionale sul consumo di suolo che inibisce la possibilità di utilizzare terreni non compromessi per le nuove edificazioni.

Consideriamo questo un risultato fondamentale per la tutela di un’area il cui grande valore storico, ambientale e paesaggistico è oramai noto e che per questo merita una salvaguardia ed una protezione  assai maggiore di quella che gli interessi economici le hanno fino ad ora riservato.

postazione artiglieria limone
Una ricostruzione della postazione d’artiglieria della Grande Guerra che venne collocata nel 1916 nell’oliveto limonese.
San Pietro Limone
L’antica chiesetta di San Pietro, nell’oliveto di Limone.

Lascia una risposta