Domenica apre la nuova piscina comunale

0

GARGNANO – Domenica 24 alle 10 apre la nuova piscina comunale di Gargnano. Ecco tutte le proposte, dal nuoto libero ai corsi.

La struttura, affidata in gestione alla società bresciana Leaena Srl (www.leaenassd.it), osserverà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì 9-13.40 e 16-20.40; sabato e domenica 9.30-13.10 e 15.30-19.10.

Prezzi d’ingresso per attività di nuoto libero: intero 5,90 euro, ridotto (under 13) 4,60 euro.

Abbonamento (valido 3 mesi): 10 ingressi 53,10 euro; 10 ingressi per  under 12 e over 65 41,40 euro; ridotto 10 ingressi pausa pranzo dalle 12 alle 14 41,40 euro. Da 0 a 3 anni gratuito.

Il nuoto libero su abbonamento prevede il tesseramento associativo di 6 euro con validità annuale.

Sono inoltre in programma corsi di Acquasoft (ginnastica dolce di facile esecuzione, adatta a chi vuole fare movimento in tranquillità; martedì e venerdì 9.10-11 e mercoledì 10-10.50) e Acquagym (ginnastica in cui l’uso di attrezzi e il ritmo della musica saranno elementi principali di un allenamento per tutti i muscoli del corpo; martedì e venerdì 10-10.50, 18.10-19 e 19-19.50).

Ovviamente saranno proposti anche corsi e lezioni di nuoto per adulti e «Corsi biberon» (corsi di acquaticità per bambini dai 3 ai 36 mesi accompagnati in acqua da un adulto; la domenica 10-10.30 e 10.30-11).

Dopo tante polemiche, la piscina è ai nastri di partenza. La struttura, costata circa 2 milioni di euro finanziati dalla Regione (50% a fondo perduto, il resto da restituire in 20 anni a tasso zero), sorge a monte della Gardesana, a fianco della palestra e delle scuole medie ed è l’unico impianto natatorio pubblico esistente tra Salò e Riva del Garda. Si tratta di una struttura coperta che ospita una vasca di 25 metri per 12.5, affiancata da una seconda vasca per bambini, più piccola (3 per 6 metri), con gradinate dalla capienza di un centinaio di persone e zona fitness. L’Amministrazione comunale del sindaco Giovanni Albini attribuisce a questa struttura anche un significativo valore sociale: la piscina potrà essere frequentata dai gargnanesi e dai cittadini di altri comuni altogardesani che fino ad ora, per corsi di nuoto o attività terapeutiche e riabilitative in acqua, dovevano quanto meno recarsi fino a Salò.

La gestione dell’impianto è affidata come detto alla società bresciana Leaena Srl. La sua proposta ha prevalso su quelle di altre due ditte (il Centro Nuoto Roma e la Butterfly Strl di Massa) che hanno partecipato alla gara indetta dal Comune. La società bresciana – che già gestisce piscine a Ponte di Legno, San Benedetto Po (Mn), Castelmassa (Ro) e Bovolone (Vr) – si occuperà del nuovo centro natatorio gargnanese per i prossimi 9 anni, con la possibilità per il Comune di recedere unilateralmente dopo i primi 12 mesi, considerati periodo di prova. L’affidamento è l’atto conclusivo di un’operazione partita da lontano (la richiesta di finanziamento per edificare l’impianto risale al 2009) e concretizzata tra mille difficoltà: lungaggini, ricorsi al Tar, rescissione del contratto con la ditta vincitrice del primo appalto, nuovo appalto, critiche delle opposizioni consiliari e preoccupazioni legate ai futuri costi di gestione.

Contatti: tel. 0365.691124; [email protected]; www.leanassd.it.

piscina Gargnano
L’esterno della nuova piscina di Gargnano.

Lascia una risposta