Seguirà rinfresco, il primo romanzo di Camilla Lavazza

DESENZANO DEL GARDA – Venerdì 16 novembre alle 17.30 in biblioteca la presentazione del primo romanzo di Camilla Lavazza «Seguirà rinfresco». L’autrice dialoga con la giornalista Daniela Rebecchi.

Il professor Leone Micioni, precario, col perenne problema di arrivare a fine mese, scopre per caso un interessante modo per sfamarsi gratuitamente.

Inizierà un tragicomico peregrinare tra inaugurazioni di mostre, concerti, saggi di fine anno e presentazioni di libri, spettacoli di vario genere e comizi politici.

Intorno a lui un variopinto mondo di entusiasti colleghi e indefessi organizzatori, padroni di casa insensibili e studenti secchioni, segretarie intellettuali, cantanti pragmatiche e, naturalmente, affamati spettatori.

Questa la sinossi del libro che sarà presentato venerdì 16 novembre presso la Biblioteca di Desenzano del Garda. Saranno presenti, a dialogare con l’autrice, la giornalista Daniela Rebecchi e il direttore della Biblioteca, dott. Giorgio Penazzi.

La foto di copertina del libro è di Renzo Bertasi.

La copertina del libro.

 

Nata a Brescia nel 1972, Camilla Lavazza si è laureata in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo “La protezione dei fictional characters negli U.S.A. – Who owns Mickey Mouse?”.

Vincitrice nel 2018, per la sezione tema libero, del Concorso di poesia “Graffiti METROpolitani” ideato dall’Associazione  culturale YOWRAS di Pinerolo (TO) e realizzato in collaborazione con il quotidiano METRO di Roma, seconda classificata nell’edizione 2016 del Concorso “La mia terra ha buona voce” organizzato dall’Associazione Culturale Agape di Vobarno (BS) con il racconto “Ernesto e la telefonata” e finalista al Premio Nazionale “Poesia senza confine 2017” organizzato dall’Associazione “La Guglia ONLUS” di Agugliano (AN), è stata finalista e segnalata in diversi premi nazionali ed internazionali di letteratura e poesia; alcuni suoi scritti sono pubblicati in antologie e raccolte.

Ha conseguito l’abilitazione come Operatore cinematografico di cabina ed ha collaborato per molti anni alla conduzione di un Cinema Teatro, curando le schede di presentazione per il cineforum settimanale; tiene conferenze sulla storia del cinema. Questo è il suo primo romanzo.

I commenti sono chiusi.