Garda Green, la Rete di Impresa green del lago di Garda

LAGO DI GARDA - Cosa caratterizza l’offerta turistica della Rete di Impresa Garda Green, di recente citata come esempio virtuoso anche dall’Assessore regionale veneto al turismo Federico Caner? L’essersi dotata degli strumenti necessari ad attrarre nuovi turisti, consapevoli e qualificati. Leggi qui…

Presenze costanti anche a maggio, con un meteo tutt’altro che favorevole. Impegno per l’ambiente e un’offerta moderna e intelligente. Aumento delle richieste di adesione da parte di nuove PMI. Capacità di intercettare contributi a fondo perduto erogati dalle Regioni. Questi, sono solo alcuni dei dati positivi registrati dalla commissione tecnica del protocollo ecologico “Garda Green”, relativi al Club di prodotto di hotel, campeggi e ristoranti che, due anni fa si è costituito in Rete di impresa Garda Green Club.

Ma cosa caratterizza l’offerta turistica di queste imprese, di recente citate come esempio virtuoso anche dall’Assessore regionale al turismo Federico Caner?

L’essersi dotate degli strumenti necessari ad attrarre nuovi turisti, consapevoli e qualificati, che cercano qualcosa in più dall’esperienza di soggiorno sul Lago di Garda: strutture rinnovate, soprattutto nella scelta di approvvigionamento energetico, che prestano attenzione all’ambiente adottando soluzioni smart per favorire la mobilità sostenibile, la raccolta differenziata, la riduzione di sprechi ed emissioni in atmosfera. E che completano l’offerta con pacchetti di servizi ed esperienze, divertenti ed ecosostenibili, attivabili in reception oppure da smartphone.

Un approccio orientato a contenere l’impatto ambientale delle proprie attività che preserva la tipicità dell’ecosistema gardesano, che è stato premiato dalla Regione Veneto con l’inserimento del Garda Green Club nei propri canali di promozione turistica e dai clienti con valutazioni entusiaste.

Touch Screen che informa su impatto ambientale e servizi Green

Nata sulla sponda veronese, questa Rete di Imprese si apre ora anche agli altri versanti del Lago di Garda, forte di un protocollo realmente efficace e di un’offerta turistica definita e funzionale.

Si attende, per i primi di luglio, la prima di una serie di iniziative che idealmente uniranno alcuni Comuni della sponda veronese che patrocinano il progetto Garda Green a Toscolano Maderno ed altre località della riva bresciana.

Per informazioni o per contatti diretti visita il sito: www.gardagreen.org

 

 

I commenti sono chiusi.