Festa del donatore a Lazise, Avis e Aido insieme per la vita

LAZISE - Festa del donatore domenica 20 ottobre con Avis ed Aido insieme per la vita. Una giornata per ribadire il valore sanitario, umano e sociale della donazione di sangue e di organi.

A Lazise i donatori di sangue attivi sono 291 e l’azione associativa dell’Avis dura da ben 54 anni essendo stata fondata le sezione nel lontano 1965. Le donazioni compiute al 31 dicembre 2018 dai donatori lacisiensi ammontano a 33.548, ovvero ettolitri di sangue.

L’Aido compie 39 anni e conta 820 soci con al suo attivo dieci fra donazioni di organi e tessuti da soci defunti.

“Quest’anno cade anche il quarantesimo del gemellaggio Avis con la consorella di Gaggiano, in provincia di Milano – spiega il presidente Avis Claudio Zeni – e con questi amici faremo un pò di festa perché ci seguono con tantissima passione ed amicizia. Per loro è dedicato uno spazio speciale, alla Dogana Veneta nel corso della cerimonia ufficiale”.

Avis ed Aido sono un tutt’uno da anni a Lazise – sottolinea Giovanni Faccioli dell’Aido – e sono davvero insieme per la vita. In maniera e modi diversi ma sempre protesi a far proseguire la vita e lenire le sofferenze dei malati”.

Una sfilata con labari e bandiere per le vie del centro con l’accompagnamento della musica del Corpo bandistico Città di Bussolengo con partenza da piazza Vittorio Emanuele alle 9,15. Una sosta di raccoglimento ai cippi di Avis ed Aido e messa solenne alla Dogana Veneta con la partecipazione del Coro “Giovani Dentro”. A conclusione del rito seguirà la cerimonia ufficiale con l’intervento delle autorità e la consegna dei distintivi ai donatori di sangue.

Due i donatori con oltre 100 donazioni a cui va il distintivo in oro con smeraldo. Ad una donatrice l’oro con rubino per 75 donazioni. 5 i donatori con l’oro per 50 donazioni, altri 5 con argento dorato per 36 donazioni. 15 donatori, in massima parte giovani, con il distintivo in argento per 16 donazioni compiute, mentre a 13 donatori con 8 donazioni, prevalentemente giovani, va il distintivo in rame. L’Aido provvederà inoltre a premiare alcuni volontari meritevoli.

Chiude la giornata un buffet con risotto conviviale nell’area antistante la Dogana Veneta.

Sergio Bazerla

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.