Al MarteS l’incontro con i finalisti del Premio Strega 2024

CALVAGESE DELLA RIVIERA (BS) - Domenica 16 giugno alle 20.45 il MarteS Museo d’arte Sorlini ospita la tappa bresciana dello Strega Tour.

In dialogo con Giovanni Sciola, la rosa degli autori finalisti presenta al pubblico le opere letterarie in gara, prima della finale che si terrà giovedì 4 luglio nel giardino del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma in diretta televisiva su Rai 3.

Ingresso gratuito previa prenotazione obbligatoria al sito www.museomartes.com. Per l’occasione il Museo propone visite guidate alle 19.30, 19.45, 20.00 e 22.15 (posti disponibili da riservare al momento dell’arrivo in museo).

La serata sarà trasmessa in diretta streaming sul profilo Facebook del Museo MARTES.

 

I finalisti

1. Donatella Di Pietrantonio, L’età fragile (Einaudi), 248 voti

2. Dario Voltolini, Invernale (La nave di Teseo), 243 voti

3. Chiara Valerio, Chi dice e chi tace (Sellerio), 213 voti

4. Paolo Di Paolo, Romanzo senza umani (Feltrinelli), 195 voti

5. Raffaella Romagnolo, Aggiustare l’universo (Mondadori), 193 voti

6. Tommaso Giartosio, Autobiogrammatica (minimum fax), 126 voti

La loro presenza al MarteS costituisce la tappa bresciana dello Strega Tour 2024, manifestazione itinerante in 19 tappe in tutta Italia e una all’estero, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, grazie alla quale gli autori incontrano i lettori.

Per l’occasione il Museo propone visite guidate alle 19.30, 19.45, 20.00 e 22.15 (posti disponibili da riservare al momento dell’arrivo in museo).

I sei finalisti in gara, i cui nomi sono stati resi noti nella serata di mercoledì 5 maggio al Teatro Romano di Benevento e in diretta streaming su RaiPlay, sono stati selezionati all’interno della dozzina resa nota lo scorso aprile nella Sala del Tempio di Vibia Sabina e Adriano. I dodici semifinalisti, a loro volta, sono stati prescelti dal Comitato direttivo del premio tra gli 82 proposti quest’anno dagli Amici della domenica. La serata finale, con la proclamazione del vincitore, si terrà giovedì 4 luglio come di consueto nel giardino del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e in diretta televisiva su Rai 3.

Il Comitato direttivo del premio è composto da Pietro Abate, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Dacia Maraini, Melania G. Mazzucco (Presidente), Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine.

 

LA COLLEZIONE SORLINI

Composta da 184 opere scelte dall’imprenditore bresciano Luciano Sorlini (1925-2015) in quasi cinquant’anni di appassionata ricerca ed incursioni sul mercato antiquario, la Collezione Sorlini costituisce oggi una delle maggiori raccolte italiane di pittura figurativa veneta e veneziana del XVII e XVIII secolo, resa accessibile al pubblico grazie all’apertura del MARTES Museo d’Arte Sorlini nel 2018. La Collezione Sorlini è votata al Settecento veneziano e riflette precisamente gli interessi del “Signor Luciano. Nei 14 ambienti espositivi di Palazzo Sorlini è possibile rendersi conto delle preferenze accordate dal Collezionista-imprenditore bresciano rispetto ai soggetti erotici che esprimono tutta la sensualità delle Donne, autentiche protagoniste di questa non comune “pinacoteca privata” che comprende opere di Tiepolo, Ricci, Guardi, Canaletto, Rosalba Carriera, Pittoni, Diziani, Molinari, Bellucci, Fontebasso e molti altri.

Palazzo Sorlini, sede del MarteS: la galleria.

 

IL PREMIO STREGA

È il riconoscimento letterario promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento, con il sostegno di Roma Capitale e Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con BPER Banca, media partner Rai, sponsor tecnici Librerie Feltrinelli e SYGLA. Nato in seno al gruppo degli Amici della domenica, il Premio Strega venne annunciato il 17 febbraio 1947 e, grazie al mecenatismo di Guido Alberti, gli venne dato il nome del liquore prodotto dall’azienda di famiglia. Da allora gli Amici della domenica, che oggi costituiscono un corpo elettorale di quattrocento donne e uomini di cultura, si riuniscono ogni anno per scegliere in due successive votazioni il vincitore: la prima in casa Bellonci, in giugno; la seconda al Ninfeo di Villa Giulia, a Roma, ai primi di luglio. Sin dalla nascita il Premio Strega è stato indice degli umori dell’ambiente culturale e dei gusti letterari degli italiani. I libri premiati hanno raccontato il nostro Paese, documentandone la lingua, i cambiamenti, le tradizioni e il loro presente attraverso lo specchio della narrativa contemporanea.

 

 

I commenti sono chiusi.