Parte la raccolta fondi per il Comitato Campagnoli

0

LONATO – Sabato 28 marzo è partita ufficialmente la raccolta fondi a sostegno del Comitato Campagnoli, che ricorrerà al Tar contro il biogassificatore di Lonato.

Ecco il comunicato del Comitato.

”Come molti sapranno, oltre alle normali spese associative, il Comitato sta affrontando due azioni legali. La prima riguarda la citazione a giudizio per 15.000.000 euro intentata dalla ditta Valli, proponente della centrale biogas da 3 MW contro alcuni liberi cittadini ed aziende che hanno avuto l’ardire di mettere in dubbio la bontà dell’iniziativa.

La seconda concerne il ricorso al TAR per impugnare il decreto con cui la Provincia di Brescia ha concesso la compatibilità ambientale al progetto dell’azienda. Decisione che non ha tenuto in alcuna considerazione il volere della popolazione, la contrarietà di otto amministrazioni Comunali, le lacune tecniche e documentali, la volontà finalmente espressa nell’ultimo PGT di riqualificare una zona da anni ferita nonostante le peculiarità storiche ed ambientali.

I fondi raccolti potranno, inoltre, essere investiti in progetti di rilancio dell’area, sinora rimasti nel cassetto proprio per l’assenza di risorse che abbiamo dovuto totalmente profondere nella strenue salvaguardia dell’esistente anziché nella valorizzazione dei tanti pregi della zona: dalla Fornace dei Gorghi al Lavagnone, dalle colline moreniche alla viticultura di qualità, dall’agricoltura biologica al turismo sostenibile.

Chiunque può già effettuare una donazione sul conto corrente intestato al Comitato Campagnoli, il cui IBAN è IT 95 B 03359 01600 100000071375

biogas Lonato
Un rendering dell’impianto per la produzione di biogas presso la Valli Spa di Lonato.biogas

Lascia una risposta