Al mercato di Lonato la salute della donna a km zero

LONATO - Giovedì 17 maggio primo (H)Open day dedicato alle malattie cardiovascolari al femminile. Al mercato di Lonato uno stand per la misurazione di peso, indice di massa corporea, pressione, colesterolo e per la compilazione della Carta del Rischio.

Giovedì 17 maggio, ASST del Garda sarà presente al mercato settimanale di Lonato (sotto i portici del Comune in Piazza Martiri Libertà) dove i professionisti del Presidio Ospedaliero di Desenzano offriranno gratuitamente a tutte le donne la misurazione di peso, indice di massa corporea, pressione arteriosa, colesterolo e per la compilazione della Carta del Rischio approvata dal Ministero della Salute.

Con lo slogan “La salute della donna a km zero”, ASST Garda ha aderito all’iniziativa proposta da Onda-Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere in occasione della Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa.

In Lombardia secondo Istat sono quasi 20.000 le donne che muoiono ogni anno a causa delle malattie cardiovascolari.

Nonostante rappresentino la prima causa di morte per le donne, ancora prima del tumore al seno, dall’indagine conoscitiva condotta da Onda sul rapporto delle donne italiane con la propria salute, non risultano le più temute; spaventano di più i tumori.

Molte donne ancora oggi, infatti, ignorano le malattie cardiovascolari, considerandole erroneamente appannaggio del genere maschile. Pur avendo il vantaggio di essere protette nell’arco della vita fertile dallo “scudo estrogenico”, la caduta dei livelli ormonali che caratterizza la menopausa, espone le donne a un importante incremento del rischio cardiovascolare, amplificato dalla concomitante presenza di malattie e fattori di rischio assai frequenti in questa fase della vita femminile come sovrappeso, diabete, ipertensione arteriosa e dislipidemie.

Obiettivo del (H)Open day, realizzato come parte del progetto “Ci mettiamo il cuore. Per la parità di genere” nell’ambito dell’iniziativa regionale “Progettare la parità in Lombardia – 2017” è di promuovere la corretta informazione, la prevenzione primaria e la diagnosi precoce e favorire l’accesso ai percorsi specialistici diagnostico-terapeutici.

 

 

I commenti sono chiusi.