Arresto cardiaco al largo, salvato dalla Guardia Costiera

MANERBA DEL GARDA - Quando una telefonata salva la vita. E' successo ad un 55enne colto da un doppio infarto mentre si trovava in barca, salvato dalla sinergia e dalla tempestività dei soccorsi, allertati tramite il numero verde 1530.

Intorno alle 14.30 di sabato 29 giungeva alla sala operativa del Nucleo Mezzi Navali Guardia Costiera Lago di Garda, una segnalazione telefonica tramite la linea dedicata 1530 (Numero Blu), da parte della signora B.P., la quale riferiva che il marito, B.R., veronese, di anni 55, era appena stato colto da un improvviso malore mentre, in compagnia di un’altra coppia, si trovavano in una gita in barca, nelle acque bresciane antistanti la Rocca di Manerba.

Dalla sala operativa di stanza a Salò veniva immediatamente disposto l’intervento della dipendente motovedetta CP 703 e richiesto anche l’intervento sanitario del personale del 118.

Il coordinamento sinergico e l’azione tempestiva di tutti i mezzi di soccorso hanno consentito in pochi minuti di intercettare la barca, di effettuare il trasbordo del malcapitato ed infine di trasportarlo presso il porto di Peschiera del Garda, dove è stato quindi affidato nelle mani del personale sanitario, che era già in attesa con una autoambulanza, per il conseguente ricovero d’emergenza presso l’ospedale.

Nelle ore successive, un grande sospiro di sollievo, per tutti i famigliari ed amici compresi, quando dallo stesso ospedale la notizia che, a seguito di un doppio arresto cardiaco, il paziente era stato operato con successo.

Il Nucleo Guardia Costiera del Lago di Garda ricorda di essere in servizio continuativo 24 ore su 24, attivo 365 all’anno, e che il numero di emergenza e soccorso da comporre in caso di necessità è il 1530.

 

I commenti sono chiusi.