Brescia, Consiglio provinciale: vince il centrodestra

BRESCIA - Ieri, domenica 17 marzo, si sono svolte le elezioni del nuovo Consiglio Provinciale di Brescia presso l'auditorium Balestrieri. Ha vinto il centrodestra. Il presidente Alghisi è senza maggioranza.

Il centrodestra conquista la maggioranza in Broletto.

La lista che riunisce Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia e peroniani ha ottenuto 8 consiglieri su 16, strappando un seggio al centrosinistra. Un posto anche per la lista della sinistra radicale, ora ago della bilancia.

La maggioranza dei voti è andata alla lista Centrodestra in Provincia, seguita da Comunità e Territorio (schieramento di centrosinistra) e, infine, da Provincia Bene Comune (sinistra e ambientalisti).

16 consiglieri dell’Organo provinciale eletti sono:

8consiglieri di Centrodestra in Provincia: Cristina Almici, Nicoletta Benedetti, Giacomo Massa, Matteo Micheli, Renato Pasinetti, Gian Luigi Raineri, Massimo Tacconi e Maria Teresa Vivaldini;

7consiglieri di Comunità e Territorio: Antonio Bazzani, Gianpiero Bressanelli, Guido Galperti, Gianmaria Giraudini, Filippo Ferrari, Andrea Ratti e Diletta Scaglia;

consigliere di Provincia Bene Comune: Marco Apostoli.

Come noto, per il presidente si è già votato e a spuntarla era stato il sindaco di Manerbio Samuele Alghisi. Ma ora consiglieri comunali, assessori e sindaci di tutta la Provincia sono torni alle urne per eleggere il nuovo consiglio provinciale.

Erano circa 2.500 gli amministratori chiamati a scegliere i 16 componenti del Consiglio provinciale. Ma solo poco più della metà si è recato ai seggi.

Il presidente della Provincia di Brescia Samuele Alghisi.

 

I commenti sono chiusi.