Valvestino, l’orso in visita a Bollone

VALVESTINO - La presenza dell'orso in Valvestino non è una novità. Il plantigrado ha fatto capolino dal bosco ieri sera, giovedì 25, affacciandosi verso l'abitato di Bollone. In Trentino duplice segnalazione relativa a M49.

Bollone è una minuscola frazione della Valvestino, posta nel cuore verde e selvaggio del Parco Alto Garda. Qui la presenza dell’orso non è una novità, ma fa sempre scalpore quando il plantigrado si avvicina alle abitazioni.

E’ successo giovedì sera, come dimostrano le fotografie postate su Facebook da chi ha visto l’animale dalla finestra di casa, due cugini, Federico e Paolo.

«Ero nell’altra stanza, quando Paolo mi ha chiamato – ha dichiarato Federico al Giornale di Brescia -. Fuori dalla finestra, ad appena dieci metri da casa nostra, c’era un orso. Siamo riusciti a fotografarlo bene perché era molto vicino. Poco dopo l’orso si è diretto verso gli orti, in fondo al paese. E nessuno lo ha più visto».

La presenza dell’animale è stata segnalata ai Carabinieri forestali

L’orso fotografato a Bollone.

 

In Trentino, intanto, si continua a parlare dell’orso M49.

Nella mattinata di mercoledì 24, verso le ore 10.30, una escursionista ha brevemente avvistato l’orso – verosimilmente M49, non essendo segnalata la presenza di altri orsi in quest’area del Trentino – nella zona della Marzola.

Alla vista della persona, che correttamente si è fermata ed ha cominciato a retrocedere, il plantigrado ha continuato per la sua strada.

Ancora, nella serata di mercoledì orme di orso sono state rilevate dal personale forestale tra i comuni di Pergine e di Bosentino, poco sopra il lago di Caldonazzo. Non è stato possibile stabilire con certezza a quando risalissero.

Le orme del plantigrado sono state rilevate dal proprietario di un campo di mirtilli sopra il telo che copre parte del campo stesso. Non si sono registrati invece danni provocati dall’animale.

Proseguono nel frattempo le attività di monitoraggio e presidio del territorio da parte del personale del corpo forestale. Le squadre impiegate si alternano nel corso della giornata rilevando eventuali indizi della presenza dell’orso, raccogliendo testimonianze e rapportandosi alla popolazione delle comunità interessate.

Le orme dell’orso.

I commenti sono chiusi.