Cimeli della Grande Guerra, l’esposizione permanente del Gruppo Ricerca

TOSCOLANO – Hanno trovato casa gli straordinari cimeli della Grande Guerra scovati dal Gruppo Ricerca. E' stata infatti inaugurata la mostra permanente presso la sede dell’associazione, in via Benamati 12, aperta tutti i giorni in orario serale (20.30-23) e il sabato e la domenica anche al mattino (10-12).

«In esposizione – dice Paolo Campanardi, presidente e anima dell’associazione Gruppo Ricercacimeli raccolti in quattro anni di attività del nostro gruppo».

L’associazione è animata da una dozzina di amici, per lo più bresciani, ma anche bergamaschi e trentini, che battono il territorio altogardesano con i loro metal detector per scovare tra l’erba alta o sotto il fogliame una fibbia, una gavetta, un elmetto. Cimeli perduti che tornano alla luce, oggetti che raccontano la quotidianità della vita al fronte, minuscoli tasselli che vanno a comporre il grande mosaico della storia.

Cimeli della Grande Guerra: due bombe a mano.

 

Tutti trovati sui monti dell’Alto Garda bresciano, poi restaurati, catalogati e conservati dai componenti dell’associazione: elmetti, gavette, bicchieri, tazze, posate, bombe artigianali, stufe da campo, filo spinato e pinze per tranciarlo, oggetti che ci parlano della vita dei soldati al fronte, alcuni ascrivibili alla cosiddetta «tranch art», l’arte di trincea, come pennini realizzati con i bossoli o lucerne ricavate dalle latte delle scatolette di cibo.

Tranch art: un pennino realizzato utilizzando due bossoli.

 

«Questa mostra – dice Paolo Campanardi – segna per noi l’inizio di un nuovo cammino. Un cammino da condividere con chiunque ami la storia». Non solo cimeli. A disposizione dei visitatori della mostra c’è anche una biblioteca con 200 libri dedicati alla Grande Guerra in Alto Garda e non solo. Gli stessi che i soci del Gruppo Ricerca hanno consultato e studiato per decidere dove andare a cercare. «Sono a disposizione – dice Campanardi – di appassionati, curiosi, studenti.

C’è anche una connessione wi-fi per chi volesse svolgere qui attività di studio o ricerca».

Cimeli della Grande Guerra: una gavetta.

 

I commenti sono chiusi.