#savelugana, un vino contro la Tav

0
BASSO GARDA – Sulla questione Tav il Consorzio di tutela del Lugana si dichiara a favore della soluzione più sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico: l’utilizzo della linea storica esistente, adeguatamente potenziata.

Se ne parla da anni ed oggi è più che mai impellente la necessità di agire concretamente per impedire che un territorio ed un ambiente, quale il lago di Garda, venga devastato per il passaggio dell’alta velocità.
Il forte coinvolgimento del Consorzio Tutela Lugana ha portato a creare un video e una petizione online da presentare al Presidente del Consiglio Matteo Renzi che chiede di utilizzare la linea esistente, con l’unica conseguenza di un rallentamento nel passaggio per soli 9 km.

Il video è in lingua inglese, ma sottotitolato in italiano, per coinvolgere tutti gli estimatori di questo vino all’estero (ricordiamo che il Lugana registra un’esportazione del 70%) e tutti i turisti che ogni anno vengono a visitare il territorio lacustre del Garda.
[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=ZTE_0rBjVLM&list=UUHwN0gcvjVS339PdqL68Bwg”]
Inoltre su change.org, piattaforma politicamente neutra, è stata creta la petizione, sia in lingua italiana che in inglese.
Il Consorzio chiede “a tutti gli amanti del Lugana, ma non solo, a tutti coloro che vogliono salvaguardare il bellissimo territorio del Garda, di firmare e di promuovere la petizione. Si tratta di un territorio che è in fase di valutazione per divenire patrimonio Unesco, si tratta di vigneti ricchi di storia che danno lavoro a molte persone. Si tratta del nostro futuro”.

Lascia una risposta