Canti sacri tra Rinascimento e Barocco

0

TIGNALE – Sabato 25 luglio alle 21.15 nel Santuario di Montecastello, a Tignale, appuntamento ad ingresso libero con il nono concerto de “I Suoni e i Sapori del Garda”.

La rassegna itinerante organizzata per la terza edizione da Brixia Symphony Orchestra in collaborazione con la Comunità del Garda e la Parrocchia di Santa Maria Assunta, propone un appuntamento dedicato ai canti sacri tra Rinascimento e Barocco.

La serata si apre alle 20 con la visita guidata al Santuario a cura del Parroco Don Giuseppe Mattanza. Per l’accesso al Santuario il Comune di Tignale ha predisposto un servizio di bus navetta gratuito a partire dalle 19 dello stesso giorno, con partenza in località Santa Libera sulla Statale di Tignale (per info Vigili Urbani Tignale 335 6236909).

Il  programma proposto dall’Ensemble Arione diretto da Luigi Marzola è un percorso ordinato cronologicamente all’interno dei più celebri testi mariani, che inizia dalla fine del Cinquecento con alcuni mottetti di Gesualdo da Venosa in cui il linguaggio musicale è alla ricerca di una nuova dimensione. Muovendoci verso di noi, attraverso un brano tre voci di rara eleganza e semplicità (Aichinger) e a sei voci (Dering), ci affacciamo al grande periodo del basso continuo di cui offriamo due esempi ad organico differente: il Magnificat di Pachelbel a quattro voci e il mottetto a voce sola Congratulamini mihi di Legrenzi.

Il periodo del basso continuo viene chiuso da Domenico Scarlatti con il suo Magnificat che, seppure di un periodo più tardo, si rifà nella scrittura al periodo “aureo” della polifonia romana con un sapiente utilizzo di tutti i cliché dello stile antico. Con Albrechtsberger e soprattutto con Rossini ci inoltriamo nell’Ottocento in cui l’accompagnamento strumentale diventa protagonista dialogante con l’ensemble vocale.

Luigi Marzola si è diplomato in organo e in pianoforte al Conservatorio di Milano  e in Direzione di Coro alla Civica Scuola. Ha frequentato corsi di formazione con Peter Erdei e Mark Brown, specializzandosi con Norbert Balatsch. Ha studiato canto con Margaret Hayward e repertorio vocale da camera, come pianista, con Dalton Baldwin. La sua eclettica attività artistica l’ha portato, in qualità di organista, continuista al fortepiano e al cembalo, pianista e direttore di coro, a collaborare con vari musicisti e registi teatrali di fama internazionale.  È Docente Accompagnatore al Pianoforte al Conservatorio di Milano e Docente di Direzione di Coro presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Ha recentemente fondato l’Ensemble Arione.

L'Ensemble Arione.
L’Ensemble Arione.

Lascia una risposta