FFG15: doppio appuntamento con Film and Food

0

LAGO DI GARDA – Il Film Festival del Garda propone due proiezioni nel weekend, a Puegnago e Salò. L’ottava edizione si chiuderà poi a dicembre con un omaggio al poeta Tardieu.

Le Giornate del Filmfestival del Garda nel fine settimana propongono un doppio appuntamento con la serie Film and Food, a Puegnago e a Salò. Poi una pausa fino alla prima settimana di dicembre, quando l’ottava edizione sarà chiusa con un omaggio al poeta e drammaturgo francese Jean Tardieu.

Venerdì 9 e domenica 11 ottobre si rinnova per la serie FFG vs Expo l’appuntamento con Film and Food – Abbiamo il cinema in pancia, che abbina proiezioni e cucina.

La prima serata di apericinema è in programma nella barricaia di Cantina Pasini San Giovanni in via Videlle, 2 a Raffa di Puegnago, dove venerdì alle ore 20 sarà proiettato “Dalla parte degli angeli” di Ken Loach, vincitore del Premio della Giuria al Festival di Cannes 2012. Il film, ambientato a Glasgow, è una gustosa commedia umana, tra dramma e sorriso, una storia di riscatto e solidarietà. Dall’Osteria della Cantina saranno proposti a buffet alcuni piatti caldi e freddi legati al territorio, abbinati al rosso Picedo Valtènesi Doc 2013 e al Centopercento Extra Brut Metodo Classico, realizzato con sole uve Groppello, l’autoctono della Valtènesi.

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=NYYWhPzwppU”]

La serie Film and Food termina domenica 11 all’Hotel Laurin in viale Angelo Landi, 9 a Salò: a due passi dal lago e dal centro, è stato costruito a inizio 900 e la struttura, a suo tempo chiamata Villa Isabella, durante la Repubblica Sociale di Salò fu sede del Ministero degli Esteri. Alle 20 ospita la proiezione del classico “Colazione da Tiffany” di Blake Edwards (1961), con Audrey Hepburn, un’icona di stile senza tempo per uno dei capolavori della commedia americana. L’apericinema, ça va sans dire, sarà a tema New York.

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=15DHO3Fnq_Y”]

Le singole proiezione e con l’aperitivo costano 20 euro, per informazioni 340.3913110 o [email protected]

L’ottava edizione del Filmfestival del Garda si concluderà invece a dicembre, con un omaggio al poeta e drammaturgo Jean Tardieu, che per molti anni ha vissuto il Garda, in programma la prima settimana di dicembre. Dopo gli esordi, la sua poesia si è orientata verso un gioco linguistico demistificante, sostenuto da un umorismo non lontano da quello di Queneau; il suo teatro è invece caratterizzato da un’estrema economia di parole e di gesti e da un umorismo rarefatto e inconsueto, che lo apparentano al teatro dell’assurdo.

www.filmfestivaldelgarda.it

Lascia una risposta