Una cena, da un racconto di Guccini

0

GARDONE RIVIERA – Martedì 23 febbraio, al Nablus, Elisabetta Salvatori porta in scena il racconto “La Cena” di Francesco Guccini. Il teatro è servito al tavolo. Ultimi posti liberi: prenotate gente!

L’evento “Una cena, da un racconto di Guccini” (produzione Final Crew On Stage), ha debuttato lo scorso dicembre in un ristorante lucchese, alla presenza dello stesso cantautore.

Il successo è stato tale da farne un format “lettura + cena” che sta girando tutta Italia. L’evento è stato poi ospitato in altre località toscane, liguri e ora anche lombarde, veicolando emozioni e sapori in serate decisamente particolari, che il pubblico dimostra di saper apprezzare e assaporare fino in fondo.
“La cena” ora arriva al ristorante pizzeria Nablus (www.ristorantenablus.com), sulla collina di Gardone Riviera, in via Supiane. La serata è in programma martedì 23 febbraio, con inizio alle 20.30. In scena l’autrice attrice versiliese Elisabetta Salvatori (qui la sua pagina Facebook) e, ovviamente, i piatti di Zeno Moretti.

È possibile partecipare al monologo e alla cena solo con prenotazione e con posti limitati (ne restano pochi, affrettatevi!). La quota di partecipazione è di 30 € a persona, tutto compreso (tel. 0365.43671).

Lo spettacolo. Una storia di amicizia, allegria, canti e buon cibo in una nottata di neve degli anni ’30 sull’Appennino tosco- emiliano… di questo parla Francesco Guccini ne “La Cena” racconto pubblicato svariati anni fa e rispolverato solo lo scorso autunno, a Sanremo, dall’autrice attrice versiliese Elisabetta Salvatori in occasione del Premio Tenco 2015, edizione dedicata al grande cantautore dalla carriera ultraquarantennale.

Dalla felice esperienza sanremese è nata l’idea di portare questa storia in ristoranti e osterie dal giusto “sapore” con una formula che preveda l’abbinamento di cibo e narrazione: ai commensali viene infatti proposto lo stesso menù presente nella cena che dà il titolo al racconto.
Elisabetta Salvatori, direttrice artistica del Teatro Scuderie Granducali di Seravezza, in provincia di Lucca, si occupa di teatro civile, del sacro, monografie di personaggi più o meno noti e favole per bambini. Le storie che sceglie di raccontare sono sempre vicende vere, le raccoglie incontrando anime, luoghi e tradizioni con la curiosità di chi sa scoprire episodi rimasti nascosti e riesce a riconsegnarle al pubblico con la cura e la passione di una restauratrice.
Di particolare rilevanza la sua recente collaborazione con Marco Paolini in occasione delle celebrazioni dei 70 anni dalla liberazione dell’Italia, nell’ambito della trasmissione Rai condotta da Fabio Fazio andata in onda lo scorso 25 aprile: i due artisti in collegamento da Sant’Anna di Stazzema hanno raccontato la storia dell’omonimo eccidio basandosi su un estratto dello spettacolo “Scalpiccii Sotto i Platani” di cui è autrice la stessa Salvatori.
Per quanto riguarda Francesco Guccini “La Cena” non segna l’esordio della loro collaborazione, nel suo percorso teatrale infatti Elisabetta Salvatori ha già avuto modo di portare in scena narrazioni del grande artista emiliano, è il caso dello spettacolo “Vi Abbraccio Tutti” (con testi di Genovesi, Salvatori e Guccini) , spettacolo che lo scorso agosto è stato allestito proprio a Pavana, accanto al Mulino di Chicon, l’esatta ambientazione del racconto.
Ecco un veloce assaggio di quello che vi aspetta.

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=EcT_6AnpUfE”]

La cena Elisabetta Salvatori
L’attrice versiliese Elisabetta Salvatori.

Lascia una risposta