A Sirmione un registro per i testamenti biologici

SIRMIONE - Il consigliere comunale Andrea Volpi ci fa sapere di aver consegnato le prime dichiarazioni anticipate di trattamento all'ufficio anagrafe del Comune di Sirmione.

“È quindi finalmente attivo – dice Volpi – il registro che raccoglierà i testamenti biologici dei cittadini Sirmionesi. Ricordo che le dichiarazioni anticipate di trattamento vanno portate personalmente nel comune di residenza che provvederà ad archiviarle. Il mio consiglio è di preparare 3 copie: una per il comune, una da tenere a casa e una da dare al medico di base per conoscenza”.

Se volete seguire una traccia è possibile utilizzare il modulo che trovate a questo link https://goo.gl/vzG5Gj (estrapolato da un facsimile preparato dall’associazione Luca Coscioni).

Una delle prime dichiarazioni anticipate di trattamento presentate in municipio a Sirmione.

 

Sottoscrivere un testamento biologico in Italia per le dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT), adesso, significa decidere, in un momento in cui si è ancora capaci di intendere e volere, quali trattamenti sanitari si intenderanno accettare o rifiutare nel momento in cui subentrerà un’incapacità mentale.

Per approfondire segnaliamo il sito dell’Associazione Luca Coscioni, che oltre a battersi per un pieno riconoscimento legale delle disposizioni anticipate di trattamento, offre a tutti i propri sostenitori la possibilità di compilare il proprio testamento biologico con un modello base scaricabile dalle proprie pagine (la legge non indica un modello di DAT da utilizzare ma fornisce indicazioni per la corretta redazione art. 4 L.219 del 2017).

 

I commenti sono chiusi.