Elezioni a Toscolano, cosa  si muove nel centrodestra?

TOSCOLANO MADERNO – Si scalda il clima elettorale a Toscolano Maderno. Pubblichiamo, integralmente, un comunicato stampa di Alessandro Delai, ormai ex segretario di sezione della Lega.

Premessa. Dopo la diffusione di notizie di ipotetiche candidature condivise, voci, illazioni e «si dice», l’ormai ex segretario della sezione toscomadernese della Lega, Alessandro Delai, surrogato venerdì 13 dopo le dimissioni dal direttivo di tre componenti, ha deciso di dire la sua verità.

Premessa 2. Gardapost, per scelta editoriale, non si presta al gioco del toto-candidato. I «si dice» li lasciamo ai tavolini del bar. Abbiamo dato e daremo, ovviamente, le notizie di candidature ufficiali, come avvenuto in occasione di quella del sindaco uscente (leggi qui), e, come in questo caso, diamo spazio a comunicati o dichiarazioni dei protagonisti della vita politica locale, sempre chi siano firmate e che l’autore ci “metta la faccia”.

Ecco, dunque, il comunicato stampa di Alessandro Delai (nella foto sopra con Matteo Salvini, al centro, e, a destra, l’avv. Massimo Stucchi).

«Credo che ora sia doveroso dire la verità agli elettori di Toscolano Maderno, aprendo il vaso di Pandora che racconta quanto accaduto negli ultimi tempi in merito alle possibili candidature nel nostro comune in vista delle amministrative di giugno. Premetto che sono da sempre convinto che la grande possibilità amministrativa di Toscolano Maderno sia nell’unione del centro destra, inteso come lo vuole Salvini, ovvero rappresentato dai simboli in coalizione.

Da mesi lavoro assiduamente a questo progetto dove inizialmente Forza Italia chiedeva fortemente di detenere la leadership, ma la convinzione che la Lega dovesse avere il suo candidato mi ha sempre guidato e i risultati delle politiche del 4 marzo mi hanno dato ragione.
La Lega, a livello locale conta sul nome della consigliera comunale Giuliana Capuccini che da 10 anni siede in Consiglio comunale, i primi 5 in maggioranza con Righettini e successivamente in minoranza e che, soprattutto nel mandato di opposizione, ha dimostrato alla Lega e a Righettini grande fedeltà politica non discostandosi dalle difficili posizioni politiche neanche quando le vicende prendevano il nome di “debiti fuori bilancio”, “questione crack Garda Formazione” o “chiusura di SMG”.

Spiace constatare che il primo a mettere pregiudiziali sul nome della Consigliera, dopo aver fatto la scelta personale di non candidarsi in prima persona probabilmente proprio per le conseguenze delle vicende di cui sopra, è stato Roberto Righettini che da pochi mesi ha costituito insieme al professor Marco Basile una lista civica che in più riprese si è dichiarato pubblicamente essere di centrodestra, ma rimango convinto che tale fronte debba essere rappresentato dai simboli e non da civici dell’ultima ora.

Purtroppo, come spesso accade l’avvicinarsi delle scadenze elettorali fa emergere scenari fatti di protagonismo, personalismi e posizioni, tanto che sul tavolo Lega è stata messa all’interno del direttivo appoggiato da una parte di sezione e da Agostino Bertasio che nella tornata precedente è stato vice sindaco di Righettini e dalla stessa civica di Righettini il nome di Alessio Campanardi, ragazzo giovane e privo di esperienza politica che probabilmente ha fatto balenare nella mente di qualcuno la possibilità di una più facile gestione delle sorti politiche del paese.

Convinto fortemente che la coerenza politica nell’intento di fare la scelta migliore per il nostro comune fosse, come detto in premessa, riunire i simboli del centro destra ho preso atto della spaccatura all’interno della sezione, ma ho sinceramente continuato a lavorare con i possibili alleati locali per costruire un candidato sindaco lega condiviso per Toscolano Maderno.

Devo dire che non è stato facile e gli incontri e le telefonate si sono susseguiti per settimane, durante le quali all’interno del nostro movimento una parte di sezione continuava a non condividere l’importanza dell’unione che perseguivo, tanto che il segretario provinciale Paolo Formentini, forse spinto anche dalla preoccupazione di dover affrancare le posizioni della segreteria provinciale come si legge in questi giorni sui quotidiani, ha passato la palla al segretario di circoscrizione Riccardo Podavini e ad un altro collaboratore, Alberto Bertagna, per la gestione provinciale della questione.

Finalmente mercoledì 11 aprile con un atto di coraggio personale ho firmato con le segreterie locali di Forza Italia e Fratelli D’Italia un accordo dove la convergenza era fatta sul nome del militante lega dal 2012 e membro del direttivo avv. Massimo Stucchi, nella speranza che le segreterie provinciali potessero siglare formalmente una pietra miliare che riportava in primis solo il nome del candidato sindaco intorno al quale costruire una squadra rappresentativa di tutti i protagonisti della politica locale degli ultimi anni.

Un segnale di grande umiltà e di responsabilità lo ha dato anche la consigliera Giuliana Capuccini, che convinta che il bene del paese dovesse prevalere, ha firmato l’accordo, sottoscritto anche in qualità di vice coordinatore di Forza Italia dal ing. Paolo Elena.

Pensavo di essermi guadagnato una lode per il delicato lavoro di cucitura politica che poteva finalmente dare un ampio respiro al nostro comune, invece, nella giornata di venerdì 13 aprile ho ricevuto la comunicazione di surroga da segretario di sezione nominando commissario il sig. Alberto Bertagna di conseguenza alle dimissioni dal direttivo di Alessio Campanardi e altri due membri.

Auspico che il lavoro nel quale ho fortemente creduto venga formalizzato a brevissimo per il bene del nostro paese facendo prevalere il buonsenso e la volontà reale di dare una risposta concreta e fatta di simboli che riportino nell’alveo dell’alleanza di centro destra il destino di Toscolano Maderno, così come sta dimostrando il nostro Capitano a livello nazionale non rinnegando gli alleati naturali che hanno contribuito ad affrancare le posizioni politiche che ci vedono coalizione vincente intorno alla quale costruire un governo , e speriamo anche una coalizione amministrativa per il nostro bel comune».

Firmato: ex segretario di sezione Lega Alessandro Delai.

Insomma, la partita nel centrodestra sembrerebbe ancora aperta. Anzi, apertissima.

municipio Toscolano Maderno
Il municipio di Toscolano Maderno.

 

Registriamo anche un post di Alessio Campanardi che sulla sua bacheca Facebook ha scritto: «È doveroso da parte mia prendere posizione riguardo all’articolo apparso questa mattina sul quotidiano Bresciaoggi. Condivido l’auspicio di un possibile accordo totale del centrodestra. La Lega è sempre stata in prima linea negli ultimi anni insieme al gruppo che con noi condivide un percorso amministrativo in consiglio comunale su questa posizione. Noi vogliamo rispettare la chiara volontà della cittadinanza di Toscolano Maderno che nel 2013 e alle recenti elezioni, ha dimostrato che la maggioranza è di centrodestra. Per quanto riguarda la possibilità di una mia candidatura a sindaco, come sempre da me sostenuto, resto a disposizione del mio partito».

 

 

I commenti sono chiusi.