Questa sera la Sardelada con gli Amici della Tirlindana

RIVA - Sabato 7 la tradizionale Sardelada degli Amici della Tirlindana. In piazza Battisti e nel parco del Brolio a partire dalle ore 19.30 si potranno gustare sarde di lago alla piastra oppure il "sisam", piatto aromatizzato tipico della zona.

Il tutto sarà servito con polenta appena cotta e annaffiato con vino bianco fresco.

Tutti i volontari dell’associazione Amici della Tirlindana sono impegnati in questi giorni nella pesca, ovviamente utilizzando solo le canne da pesca, allo scopo di procurare il pesce necessario alla festa.

La sarda di lago, detta anche agone, è un pesce molto abbondante nel lago di Garda. L’ittiolo Floreste Malfer, vissuto a cavallo tra Otto e Novecento, scrisse: «Insieme alla trota e al carpione, la sardena completa la triade eletta delle carni saporose e gentili. Deve essere cucinata appena presa e mangiata con l’inseparabile polenta. Deve essere posta ai ferri ancora rugiadosa della sua acqua nativa e irrorata dal puro e profumato olio dei suoi ulivi, tra lo sfavillar dalle brace che la raggomitolano tutta e le fanno rompere le carni simili a melagrane feconde».

La sua carne saporita e la grande disponibilità (al contrario di quanto avviene per le alborelle, le “aole”, ormai quasi introvabili) ne fanno uno dei pesci più consumati ed apprezzati dai gardesani. Di solito la si consuma cotta ai ferri, ma è particolarmente gustosa anche fritta, sottosale o utilizzata come condimento per golose pastasciutte.

Sardine

 

 

I commenti sono chiusi.