Salò, incendio al vecchio stabilimento Tavina

SALO' - Fumo denso e odore acre di plastica bruciata nell'aria. Incendio in corso nel vecchio stabilimento Tavina a Salò. All'opera sette squadre di Vigili del Fuoco.

L’allarme è stato lanciato attorno alle 11.30 di questa mattina, lunedì 13. Nel vecchio stabilimento Tavina, a Salò, sta bruciando materiale plastico.

Sul posto sono intervenute sette squadre dei Vigili del Fuoco provenienti da Salò e da Brescia.

Lo stabilimento non è più produttivo ormai da circa un anno: gli impianti sono stati trasferiti nel nuovo sito inaugurato a Cunettone di Salò nell’autunno del 2017 (leggi qui).

 

A quanto riferisce l’amministratore delegato di Tavina Spa, Armando Fontana,  si è verificato un corto circuito mentre alcuni operai stavano smontando un macchinario non più in uso, la vecchia “lava-bottiglie”.

Una scintilla ha provocato la combustione di alcune attrezzature plastiche situate all’interno del macchinario, provocando molto fumo.

Le fiamme si sono a lungo propagate da un modulo all’altro del macchinario, rendendo particolarmente impegnative le operazioni di spegnimento, anche a causa delle elevate temperature raggiunte all’interno del capannone. Non si registrano feriti o intossicati e neppure problemi relativi alla tossicità delle sostanze sprigionate nell’aria durante la combustione.

Nel pomeriggio, dopo 4 ore di lavoro delle squadre di Vigili del Fuoco, l’emergenza è rientrata.

 

 

I commenti sono chiusi.