Rockerellando: revocata l’autorizzazione alla manifestazione

TOSCOLANO MADERNO - L'Amministrazione comunale ha revocato l'autorizzazione alla manifestazione Rockerellando «per motivi di ordine pubblico». Gli organizzatori: "Nessuno dello staff era presente. Se qualcuno ha fatto casino noi non c'entriamo".

«Decisione sofferta ma inevitabile – fa sapere il sindaco Delia Castellini – visto il reiterato mancato rispetto, durante la notte, delle  norme in vigore, cosa che ha richiesto più volte l’ intervento delle Forze dell’Ordine».

Finisce con due giorni d’anticipo, dunque, il festival di musica indipendente a ingresso gratuito che da 25 anni si tiene a Toscolano Maderno, al pattinodromo.

Nell’ordinanza di revoca si parla di «inosservanza dei limiti dell’orario di attività musicale» riscontrata nella serata di ieri. Si parla inoltre di un intervento dei Carabinieri, a seguito di lamentele dei cittadini, alle 2.36 e alle 5.49 per «attività musicale proveniente dal pattinodromo».

Da qui la decisione di «revocare a far data da sabato 27 l’autorizzazione amministrativa rilasciata alla manifestazione».

L’ordinanza dispone altresì «la rimozione di tutte le attrezzature e gli allestimenti»  entro le 17 di oggi, sabato 27. Leggi qui l’ordinanza.

 

La reazione dell’associazione Liberamente, che organizza il Festival.

«Proviamo sconforto, delusione, rabbia… Le cose – dicono gli organizzatori – non stanno come scritto nell’ordinanza. Se qualcuno ha fatto musica nella notte non si tratta certo di qualcuno dello staff. Non siamo irresponsabili. Forse è entrato qualcuno e si è messo a fare musica sui tavoli, ma non si tratta certo degli organizzatori. I Carabinieri avranno chiesto i documenti ai presenti. Ci dicano chi c’era. Di certo, nessuno dell’organizzazione».

Continuano i ragazzi di Liberamente: «E’ stato un gesto prepotente da parte del Comune. Tra l’altro per noi è un danno enorme. Ci sono artisti giunti da Germania e Inghilterra ai quali abbiamo dovuto dire che non avrebbero suonato. Abbiamo il cibo già comprato per due serate, per non sarà un mancato incasso di circa 10mila euro. Stiamo valutando se sciogliere l’associazione, o se portare il festival in un altro comune. Siamo amareggiati. Di certo vogliamo chiarezza. chiederemo l’accesso agli atti per verificare i verbali dei Carabinieri, perché possiamo dire con certezza che nella notte al pattinodromo non c’era nessuno dello staff di Rockerellando».

 

I commenti sono chiusi.