Palio remiero delle bisse, Arilica ipoteca la Bandiera del Lago 2019

CASSONE DI MALCESINE - Con il secondo posto di sabato sera a Cassone di Malcesine, la bissa Arilica di Peschiera mette definitivamente le mani sulla 52^ edizione del Palio della Lega Bisse del Garda, valevole per il trofeo della “Bandiera del Lago”.

Sabato verrà quindi celebrata la sesta vittoria del Palio per gli arilicensi della società remiera di Peschiera dopo le cinque precedenti Bandiere del lago vinte con Peschiera nel 1996 e le quattro successive del 1999, 2000, 2001 e 2012, vinte da Ichtya.

Con i 29 punti conquistati nella penultima gara, le canotte nere di Peschiera raggiungono infatti 176 punti complessivi in classifica generale, 5 in più dei loro fratelli/rivali della bissa di Peschiera, fermi a 171. Con 5 lunghezze di vantaggio, sabato sera nel golfo di Salò Alan Di Caprio, Marco Dolza, Raffaele Barbieri e Stefano Mazzurega possono permettersi tranquillamente fare “passerella” terminando addirittura all’ultimo posto in batteria A.

La classifica provvisoria della bandiera del Lago.

Nella gara di Cassone i ragazzi di Clusanina, dopo il miglior tempo di regata staccato nell’ultima gara disputata a Gargnano (sette giorni fa a Torri la tappa è stata annullata per il maltempo), confermano l’ottimo momento di forma vincendo la prova con il tempo di 6’21”86, precedendo Arilica di tre secondi (6’24”97), Peschiera (6’25”43), i ragazzi della Villanella di Gargnano (6’30”33) e Berengario di Torri che chiude la manche in 6’34”06. Per i rematori di Torri c’è da segnalare durante il riscaldamento, la rottura del remo di uno dei componenti dell’equipaggio, preso poi a prestito dalla seconda bissa sociale di San Filippo.

L’equipaggio della Clusanina, vincitore a Cassone.

Stesso imprevisto nel gruppo B per l’imbarcazione di Paratico con esiti purtroppo differenti. La bissa iseana ha dovuto infatti abbandonare mestamente la prova dopo poche decine di metri dalla partenza per la rottura della pala di un remo. La manche ha sancito supremazia dell’equipaggio di San Filippo (Torri del Benaco) che con il tempo di 6’38”70 ha regolato nell’ordine San Vili di Garda (6’46”71), Garda (6’52”83) ed il secondo equipaggio della sponda bresciana del lago la Gardonese appunto di Gardone Riviera, sulla quale ha corso il Presidente della Lega Bisse del Garda, Marco Righettini in sostituzione di Antonio Boselli (6’53”47).

Nel gruppo C la bissa Iole di Monte Isola con il tempo finale di 6’56”15 mette la prua davanti a quella di Sebina (7’02”18), La Sengia di Garda (7’03”22) e Betty di Cassone (7’06”84).

Bisse al giro di boa.

In campo femminile prosegue il filotto delle ragazze di Bardolino: anche a Cassone, la bissa di Preonda prosegue la marcia trionfale vincendo l’ennesima gara con il tempo di 7’44”55. Secondo posto come da copione per le ciclamine di Torricella di Cassone (8’02”23) e terza piazza per Regina Adelaide di Garda con il tempo di 8’35’15.

Sabato sera il gala di chiusura nel Golfo di Salò. Sarà in ricordo della prima regata di bisse sul Garda nel 1548: le cronache del tempo narrano di un Palio a Salò organizzato per salutare l’arrivo del “Clarissimus Provvisore” della Serenissima Repubblica di Venezia, Stefano Tiepolo.

I commenti sono chiusi.