Albertano, detective medievale, cerca giallisti per nuove storie

Il Club Albertano indice il secondo concorso letterario per racconti gialli “Scrivi tu una storia del giudice Albertano”. Il concorso è aperto a tutti, anche ai non soci, purché maggiorenni. Ecco come partecipare.

Si potrà prendere parte al concorso con uno o più elaborati in lingua italiana, di lunghezza non inferiore alle settemila battute e non superiore alle quindicimila, spazi compresi.

Pur nell’assoluta libertà stilistica e creativa, i racconti dovranno naturalmente riferirsi al contesto temporale proprio dei romanzi di Enrico Giustacchini – ambientati in epoca medievale, attorno alla metà del Duecento – e dovranno avere per argomento un’indagine condotta da Albertano.

Gli elaborati andranno fatti pervenire via mail entro e non oltre il 31 dicembre 2019, su file in formato word, a [email protected], indicando nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico dell’autore.

La partecipazione è gratuita. Una giuria, presieduta da Enrico Giustacchini e coordinata da Carlo Scattolini del Club Albertano, decreterà con giudizio insindacabile il vincitore del concorso, segnalando nel contempo altri racconti ritenuti meritevoli di menzione.

L’elaborato prescelto verrà pubblicato in appendice al prossimo romanzo della saga di Albertano. Eventuali modifiche al testo originale che, in fase di editing, risultassero opportune ai fini di una più efficace resa qualitativa dell’opera non saranno soggette all’approvazione dell’autore.

 

L’autore del racconto vincitore cederà in via definitiva e gratuita a Liberedizioni, editore dei romanzi del giudice Albertano, ogni diritto di pubblicazione, rinunciando a qualsiasi pretesa o compenso.

Liberedizioni si riserva inoltre, a sua discrezione, di promuovere la pubblicazione in un apposito volume di un’antologia dei migliori elaborati pervenuti.

La partecipazione al concorso comporta implicitamente l’accettazione di tutto quanto indicato dal presente regolamento.

 

I commenti sono chiusi.