A San Zeno tre weekend dedicati a sua maestà il Marrone Dop

SAN ZENO DI MONTAGNA - A San Zeno di Montagna, la terrazza sul lago di Garda, torna la festa dedicata al Marrone di San Zeno DOP! I sapori del monte Baldo e dell'autunno protagonisti della rassegna.

Un mix di bontà, accompagnate da lunghe passeggiate sulla via principale della località turistica dove poter ammirare lo splendido panorama del lago di Garda, sospesi tra l’azzurro del lago ed i cangianti colori dei castagneti di San Zeno di Montagna. Un’emozione unica da vivere in assoluto relax in questo autunno 2019.

E’ quanto promette la festa che, di questi tempi, anima ogni anno il borgo di San Zeno di Montagna, capitale della castagna e del marrone Dop.

La 47esima edizione della Festa della castagna e la 16esima festa del Marrone Dop si terranno dal 19 ottobre al 3 novembre 2019 (nei weekend), promosse dal Consorzio di tutela del Marrone Dop, ente che da anni si batte per la tutela e la valorizzazione del prodotto.

In piazza Schena a San Zeno saranno allestiti due padiglioni, uno dedicato al Marrone Dop di San Zeno di Montagna e l’altro ai sapori del Monte Baldo. Protagonisti i prelibati marroni Dop, la birra Castanea, alcuni piatti tipici e i vini del Consorzio di tutela del Chiaretto e Bardolino.

Il 25 ottobre alle ore 17 a Palazzo Cà Montagna c’è in calendario il convegno su “I prodotti tipici del Monte Baldo fra territorialità, specialità e valori nutrizionali” nel corso del quale sarà presentata una nuova sottozona del Consorzio di tutela del Chiaretto e Bardolino denominata Montebaldo. Seguirà la cena di gala “DegustiAmo il Baldo”, a base del marrone Dop e prodotti tipici.

 

Se siete appassionati non perdetevi la festa organizzata dal Consorzio di Tutela (www.marronedisanzeno.it) presieduto da Simone Campagnari, perché il prodotto viene quasi interamente esaurito in questi giorni.

Acquistare il Marrone di San Zeno significa scegliere un prodotto genuino, sano, nutriente e sicuro, ma anche un modo concreto per aiutare l’ambiente, valorizzando una coltivazione sostenibile che promuove la sinergia fra uomo e natura e contribuendo a mantenere un ecosistema fra i più ricchi e delicati del nostro continente, come l’area del Monte Baldo, conosciuta fin dall’antichità come “giardino d’Europa” per il suo grande patrimonio floristico.

I Marroni D.O.P. rappresentano circa il 40% della produzione totale di marroni nella zona del Monte Baldo Veronese, in continuo aumento. I frutti che “guadagnano” la D.O.P. provengono esclusivamente dalla tradizionale varietà locale Marrone, ad un’altitudine fra i 250 e i 900 metri s.l.m. da castagni appartenenti ad ecotipi autoctoni.

Il programma della festa è foltissimo. Lo pubblichiamo qui sotto. Oppure puoi scaricare qui il pdf del pieghevole.

 

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.