Verso la 58ª Fiera di Lonato

0

LONATO – Dal 15 al 17 gennaio Lonato ospiterà la 58ª edizione della Fiera regionale agricola, artigianale e commerciale. Ecco tutte le novità di quest’anno.

Per tre giornate la manifestazione ispirata alla tradizione agricola e alla ricorrenza di Sant’Antonio abate tornerà ad affollare vie, piazze, scuole e palazzetti del centro, concludendosi proprio nella domenica di Sant’Antonio (17 gennaio) ispiratore dell’evento e protettore degli animali e delle campagne.

La Fiera di Lonato del Garda si conferma un’ampia vetrina dei prodotti del territorio con un percorso espositivo ideato per valorizzare le frazioni e le associazioni lonatesi, le aziende agricole, gli artigiani e i commercianti, con degustazioni gratuite, gare gastronomiche, alcuni momenti legati alla cultura e alle tradizioni d’altri tempi, allestimenti a tema, presentazioni di libri, mostre e miniconcerti, rievocazioni storiche, animazione e luna park per più piccoli, esposizione di mezzi d’epoca e numerosi eventi in un programma che si spalma su un lungo fine settimana. Con una novità: quest’anno il Gran Galà Show, evento inaugurale di spettacolo e cabaret a ingresso libero, si terrà venerdì 8 gennaio al Cinema Teatro Italia, anticipando così la manifestazione fieristica.

«La Fiera fa parte ormai da decenni delle nostre vite, del nostro essere lonatesi e dell’essere una vera comunità – afferma il nuovo direttore del comitato fiera Davide Bollani –. Per tale motivo, il comitato, sin dal primo incontro, ha lavorato per organizzare non solo la Fiera di Lonato, ma una manifestazione che potesse essere intesa come la “Fiera dei lonatesi”. Non nascondo la mia soddisfazione nell’aver visto il comitato e i vari collaboratori fare loro questo messaggio, e nell’aver visto nascere un gruppo di persone che da subito ha “remato” nella stessa direzione».

Anche il presidente del comitato, il consigliere comunale Valentino Leonardi, rimarca il valore della kermesse sottolineandone i grandi spazi espositivi, la presenza di macchine d’epoca, carri, suggestioni e ambientazioni agricole. «Vi aspettiamo numerosi in un’area espositiva che attraversa tutto il centro di Lonato: oltre 6.500 metri quadrati, di cui ben mille al coperto, con decine e decine di espositori dei vari comparti, e tutto a ingresso gratuito».

Non mancheranno anche in questa edizione le gare gastronomiche del miglior salame e del chisöl, il circuito dei ristoranti  con menu a base di carne di maiale, “Töt porsel”, il celeberrimo “os de stòmech” e i “rampónsoi”, prodotti Deco – iscritti al registro comunale e tutelati da Denominazione comunale d’origine – e le varie degustazioni offerte agli ospiti per assaporare il meglio della genuinità lonatese. Giornate goliardiche tra sfide di piazza al palo della cuccagna e con gli antichi giochi nel “Palio di Sant’Antonio” disputato fra le frazioni lonatesi. Ci saranno inoltre convegni a tema agricolo e varie occasioni che offriranno anche in questa edizione il giusto connubio fra tradizione e innovazione. Infine, spazio agli amanti delle due e quattro ruote, con la mostra del ciclo e motociclo d’epoca e il raduno del registro storico Alfa Romeo Giulia.

òs de stòmech - osso dello stomaco
Il celeberrimo “os de stòmech” e i “rampónsoi”, prodotti Deco di Lonato.

Lascia una risposta