Vigne e oliveti del Garda bresciano, in nero un lavoratore su 4

LAGO DI GARDA – Operazione contro il caporalato: ispezionate dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Brescia 28 aziende agricole del Garda bresciano. Su 116 lavoratori controllati, 28 sono risultati in nero.

Sotto la lente dei controlli sono finite aziende agricole e vitivinicole del Garda bresciano, e in particolare della Valtenesi, dove da qualche settimana si lavora alla raccolta di uva e olive.

I militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro si sono presentati in 28 aziende per verificare le posizioni degli operai impiegati nei campi in questo periodo di grande fermento nei vigneti e negli oliveti.

Come detto, dei 116 sedici lavoratori controllati, 28 sono risultati senza contratto. Paga in nero, niente contributi, niente copertura assicurativa.

Sono state elevate sanzioni per 47mila euro. Le attività coinvolte hanno provveduto a regolarizzare la posizione dei lavoratori in nero, stipulando contratti di lavoro della durata di tre mesi e versando i contributi a partire dalla data in cui è stato accertato l’inizio della collaborazione. Solo in questo modo hanno potuto continuare l’attività, altrimenti bloccata, come prevede la legge in questi casi.

 

I commenti sono chiusi.