Anpi: le ronde di Forza Nuova sono illegali

SALO' - Forza Nuova annuncia le "passeggiate della sicurezza" in stazione a Salò. L'Anpi risponde: "Sceneggiata e provocazione. Le ronde siano illegali, nessuno può sostituirsi alle forze dell’ordine".

Continua a far discutere la situazione della stazione dei pullman di Salò. Se ne parla da quando Gardapost ha dato la notizia che il negozio DanzArte, che si trova sotto i portici affacciati su Largo Dante Alighieri dall’estate del 2015, ha deciso di cambiare zona.

Sulla era intervenuto anche il neocostituito nucleo gardesano di Forza Nuova, dicendosi «pronto alle passeggiate della sicurezza nei pressi della stazione di Salò» (ne avevamo scritto qui) .

Ora interviene sulla questione  Antonio Bontempi, presidente della sezione Anpi del Medio Garda, che replica a un quotidiano che ha riportato il comunicato di Forza Nuova.

Ecco la posizione dell’Anpi.

“Come è possibile pubblicizzare in questo modo la sceneggiata di Forza Nuova, la loro provocazione pubblicitaria di svolgere delle ronde, noi le chiamiamo ronde fasciste, per monitorare la presenza di teppistelli alla stazione degli autobus di Salò, rischiando che i lettori possano percepirla come positiva e anzi auspicabile?

Ricordiamo che Forza Nuova è un soggetto politico, un partito che si presenta alle elezioni, riconosciuto da sentenze come soggetto neofascista, razzista e xenofobo, (Cass. pen., sez. I, ud. 28.10.2010, dep. 10.02.2011, n. 4938) e animato da personaggi dediti al ricorso sistematico alla violenza, responsabili di comportamenti “rivelatrici di progetti di azioni sovversive”, “adusi ad episodi di guerriglia urbana …” (Corte d’Appello di Brescia dell’8 aprile 2011 – per attentato contro Centro Sociale a Brescia).

Per non parlare delle aggressioni organizzate, da parte di questo variegato e gretto mondo estremistico, nei confronti di migranti, omosessuali, poveri senza fissa dimora, ecc. Ricordiamo in merito che tra gli episodi sgradevoli imputati a questi ragazzi che si dice bivacchino alla stazione degli autobus di Salò, il più grave sicuramente è il ripetuto bullismo a scapito di un ragazzo che ora vive con poca serenità la propria vita scolastica dovendo convivere con i suoi persecutori.

I primi a promuovere questi comportamenti sono proprio quelli che Forza Nuova idealmente vuole rappresentare. I fatti e le sentenze parlano chiaro. I deboli umiliati, tormentati e picchiati da prepotenti che si sentono grandi solo in gruppo e usando la violenza.

Ricordiamo inoltre come queste ronde, chiamate con un eufemismo “passeggiate”, siano illegali, perché nessuno può sostituirsi alle forze dell’ordine.

Quindi – conclude il comunicato dell’Anpi – invitiamo a non dare spazio a realtà che sono esse stesse “degrado”, degrado di valori e di comportamenti. Perché non dare spazio invece a contributi positivi, come la lettera aperta ai giovani che si prestano a queste derive neofasciste, a firma della Partigiana “Gloria”, diffusa mediante comunicato stampa, ma non pubblicata dai giornali su carta. È recuperabile qui.

La stazione dei pullman di Salò, in Largo Dante Alighieri.

 

I commenti sono chiusi.