Rifugio “Pirlo” chiuso per tutto gennaio

TOSCOLANO - Avviso agli escursionisti: nel mese di gennaio il rifugio Pirlo a passo Spino è chiuso. Lo rende noto il Cai di Salò, proprietario del rifugio, che riaprirà sabato 2 febbraio, per tutti i fine settimana.

Il rifugio “Pirlo” si trova non lontano dal Passo Spino, sulle pendici meridionali del Monte Spino, su di un panoramico sperone proteso sulla val di Sur.

Vi si accede da Toscolano Maderno (Gaino) attraverso comodo sentiero oppure da Gardone Riviera (San Michele), o ancora da Vobarno (altre info qui).

Ora il rifugio chiude per la pausa invernale. Ne dà notizia il Cai di Salò sulla sua pagina Facebook.

La storia del rifugio. Dopo la nascita della sezione di Salò del Club Alpino Italiano avvenuta il 9 marzo 1963 i soci salodiani cominciarono a valutare la possibilità di avere un rifugio nell’entroterra montano del Garda.

Si optò per la vecchia caserma della finanza situata a poca distanza dal Passo dello Spino. L’ex caserma, situata nel territorio comunale di Toscolano Maderno, poco più che un rudere fu  concessa al geom. Visentini di Gardone che, generosamente assecondò il progetto del CAI cedendo una parte del fabbricato ad un prezzo favorevole.

I lavori di ristrutturazione iniziarono nel 1964 e durarono fino al 1967. La data dell’inaugurazione venne fissata per domenica 11 giugno 1967.

Successivamente il rifugio venne ampliato aggiungendo le camerate al secondo piano.

In estate, quando gli alpinisti sono attratti dalle “classiche” dell’arco alpino e delle Dolomiti, il rifugio è molto frequentato dai turisti che lo raggiungono per facili percorsi a piedi o in bicicletta.

Nel giugno del 1967 il rifugio è stato inaugurato e dedicato alla Memoria del Tenente Medico Giorgio Pirlo, caduto in Grecia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Altre info: www.caisalo.it/rifugio-ten-medico-giorgio-pirlo-allo-spino

Il rifugio “Pirlo” nella sua consueta veste invernale.

 

I commenti sono chiusi.