A Salò si proietta Cenere, l’unico film della Divina Eleonora

SALÒ – Sabato 26 alle 17 nella Sala dei Provveditori, in municipio, potremo assistere al film muto «Cenere», la sola e unica interpretazione di fronte a una cinepresa della grande attrice teatrale Eleonora Duse, sonorizzato al pianoforte dal maestro Gerardo Chimini.

È l’unica apparizione cinematografica di Eleonora Duse. Un documento raro e prezioso, che gli appassionati avranno la possibilità di ammirare a Salò con una colonna sonora interpretata dal vivo, al pianoforte. Davvero una ghiotta opportunità per cinefili e ammiratori della Divina Eleonora.

Cenere è un film girato nel 1916, diretto e interpretato da Febo Mari, ed è tratto dall’omonimo romanzo del 1904 della scrittrice Grazia Deledda. La fonte principale di interesse del film, ambientato nella Sardegna rurale, è ovviamente la Divina, chiamata, quasi sessantenne, a interpretare Rosalia, una donna che decide di abbandonare il figlio in fasce per concedergli un avvenire lontano dalla propria miseria.

Nonostante quella che oggi è considerata una grande prova d’attrice, il film fu un flop al botteghino e non riuscì a convincere la critica dell’epoca. Forse anche per questo la Duse non ripeté mai l’esperimento cinematografico, lasciando a questo breve film drammatico il compito di testimoniare quanto il suo enorme talento avrebbe potuto contribuire alla formazione del cinema italiano.

La proiezione è promossa nell’ambito del ciclo «Le parole del corpo», tre incontri organizzati da Soroptimist Garda Sud, associazione Divagazione di Sguardi e Filmfestival del Garda. L’appuntamento di sabato, spiegano gli organizzatori, «si propone di stimolare un confronto su come suono, sguardi e movimento abbiano potere comunicativo più della parola stessa».

Dopo la proiezione, la psicologa e psicoterapeuta Elena Massardi interverrà sul tema «Dire, fare, baciare. Riflessioni sul corpo. La comunicazione tra neonato e genitori», mentre Sara di Palma e Nicoletta Morone presenteranno il progetto «Corpi. Ricerca del movimento nelle relazioni». Modera Angela Antonietti.

L’ingresso è libero.

Seguiranno altri due appuntamenti. Ecco il calendario.

 

 

I commenti sono chiusi.