Lancini parla di unioni civili al Battisti, è polemica

0

SALÒ – L’ex sindaco leghista di Adro Oscar Lancini all’assemblea studentesca del Battisti per parlare di unioni civili. Gli studenti: “Sconcertante, lectio discriminatoria, senza contraddittorio”. Assemblea studentesca che farà discutere quella organizzata di venerdì 11 marzo all’istituto tecnico salodiano di via IV Novembre (www.itcgbattisti.gov.it). Tutta colpa di un ospite chiamato a relazionare sul tema delle unioni civili. L’invitato in questione è Oscar Lancini (il sindaco leghista della mensa negata ai bambini figli di stranieri che non potevano permettersi i buoni pasto, per intenderci), oggi strenuo oppositore delle unioni civili.

Una presenza non gradita a qualche studente, che si è sfogato sui social network: «Il signor Lancini – le parole affidate alla bacheca virtuale – è stato l’unico a salire sul palco, ha fatto la sua lectio su politica e unioni civili, ovviamente di stampo discriminatorio, senza il minimo contraddittorio. Un comizio politico in piena regola». I ragazzi parlano di “fatto sconcertante”. C’è chi racconta: “Uno degli argomenti affrontati in assemblea era quello, molto in voga ultimamente, delle unioni civili. E fino qua niente di strano. I capelli mi si sono arricciati quando ho visto il relatore: il signor Oscar Lancini, ex sindaco ed attuale vicesindaco di Adro”.

Uno studente scrive: “Mi chiedo come sia possibile invitare in una scuola pubblica questo personaggio a parlare di argomenti delicati. Nella stessa scuola, peraltro, che aveva in un primo momento negato l’auditorium ad una stimatissima scrittrice, Michela Marzano (leggi qui la notizia)”.

Precisiamo a tal proposito che l’auditorium era stato in un primo negato per un equivoco dovuto a questioni burocratiche, e poi concesso. L’incontro con  la Marzano si era quindi regolarmente tenuto (leggi qui).

Quanto alla polemica in merito alla presenza del vicesindaco di Adro a scuola, il dirigente scolastico afferma che Lancini è stato invitato dagli studenti e che la direzione dell’istituto non ne sapeva nulla: «Nessun invito ufficiale da parte dell’istituto. Quando ci siamo accorti della sua presenza a scuola, Lancini stava già parlando. Non potevo certo buttarlo fuori. Lo abbiamo fatto finire, poi ho sospeso l’assemblea».

Istituto Battisti Salò
Il plesso dell’istituto tecnico statale “Battisti” di Salò.

Lascia una risposta