Centro storico e lungolago proibito alle bici. C’è la deroga per i residenti

SALÒ – Pubblicata l’ordinanza che vieta le bici in centro. Il provvedimento non vale per i residenti nel Comune di Salò e gli ospiti delle strutture ricettive situate nelle aree oggetto del divieto.

Il provvedimento intende risolvere un problema di sicurezza per i pedoni, dovuto a squadre di ciclisti in assetto da corsa che sfrecciano sul lungolago pieno di gente.

Nell’ordinanza si fa riferimento a «numerose segnalazioni e giustificate lamentele da parte della cittadinanza sul transito irregolare e smodato,  a velocità inadeguate da parte dei ciclisti che, specie nel periodo estivo, da molte aree limitrofe al territorio comunale pervengono sul lungolago di Salò (aree a transito limitato e pedonali) e nelle strade e vie adiacenti. In particolare da Piazza Vittorio Emanuele II°, angolo Lungolago, sino a Piazza Carmine, sia su Lungolago Zanardelli che nelle strade interne, in spregio anche ai sensi di marcia imposti dalla segnaletica».

Da qui il divieto imposto dall’ordinanza che ordina: «A decorrere dal giorno 19 maggio 2018, nel periodo 1° giugno – 30 settembre tutti i giorni e nel periodo 1° ottobre – 31 maggio nelle giornate di sabato, domenica e festivi, è vietato il transito con le biciclette/velocipedi, così come definiti dalla normativa vigente, con l’obbligo di condurle a mano e in caso di sosta di parcheggiarle in luoghi idonei, nelle seguenti zone:

  • Zona a Traffico Limitato di cui all’ordinanza n° 104/2010 del 08/07/2010 così individuata:

Lungolago Zanardelli dal parcheggio denominato Giardino Baden Powell sino a P.zza Vittorio Emanuele II, Piazza Vittoria, le Via Cavour, Piazza Cavour, San Carlo, Butturini, Teatro Vecchio, Napoleone, Piazza Zanardelli, Piazza Zanelli, Salita Santa Giustina e i vicoli che intersecano le predette strade;

  • Via Duomo e Piazza Duomo».

Come detto, sono previste deroghe, nel rispetto del codice della strada, per:

  • Residenti nel Comune di Salò;
  • Velocipedi per servizi di pubblica utilità (messi comunali, nettezza urbana, etc.);
  • Ospiti delle strutture ricettive poste all’interno delle aree oggetto del divieto.

Scarica qui l’ordinanza.

In bici sulla passeggiata Antiche Rive.

 

 

I commenti sono chiusi.