Mara Negri e Giampietro Bontempi, gli eroi gardesani della Bvg

TOSCOLANO – Sono la salodiana Mara Negri e il gargnanese Giampietro Bontempi i migliori gardesani alla BVG Trail 2018. I due runner si sono meritati il premio "Alpe del Garda", consegnato al Museo della Carta.

Un premio meritato. Perché correre per 11 o 13 ore filate percorrendo qualcosa come 75 km, su e giù per le colline della riviera altogardesana, da Salò a Limone, non è cosa da tutti.

Se poi lo fai da atleta vero, arrivando al traguardo prima di tutti gli altri gardesani, il premio è strameritato.

Parliamo del consueto premio “Alpe del Garda”, che il caseificio di Tremosine e il comitato organizzativo della BVG Trail assegnano ogni anno ai due migliori gardesani che partecipano al trail altogardesano che si corre lungo la Bassa Via del Garda, tracciato escursionistico che si sviluppa fra costa, colline e montagna da Salò a Limone, quest’anno disputata lo scorso 7 aprile.

I migliori atleti della zona quest’anno sono stati Mara Negri della Libertas Valsabbia tra le donne, che ha coperto i 75 km della gara in 13 ore e 4 minuiti, e Giampietro Bontempi del GS Montegargnano, che ci ha messo 11 ore e 42 minuti (chi scrive questo post, atleta da divano, la BVG l’ha fatta a tappe un paio di anni fa e ci ha impiegato, faticando non poco, tre giorni!).

La premiazione, coordinata dal giornalista e runner Enzo Gallotta, ha avuto luogo al Museo della Carta, in Valle delle Cartiere a Toscolano, presenti il gargnanese Franco Ghitti, presidente del Comitato organizzatore (composto da Trail Running Brescia, Gs Montegargnano e Gruppo “La Variante” di Gargnano) e il sindaco di Toscolano Delia Castellini.

Ai due atleti è stato consegnato un cesto di prodotti del caseificio Alpe del Garda e un attestato su carta Toscolano 1381 fatta a mano.

Nella foto sopra, da sinistra: Franco Ghitti, Mara Negri, Enzo Gallotta e Giampietro Bontempi.

Mara Negri, il sindaco di Toscolano Maderno Delia Castellini e Giampiero Bontempi durante la premiazione.

 

I commenti sono chiusi.