Una messa per il trigesimo di Gino Zanardini

TOSCOLANO – Giovedì 12 luglio alle 17 la benedizione del Comando della Polizia Locale e alle 18 la messa nella parrocchiale dei SS Pietro e Paolo in suffragio del vice comandante dei vigili deceduto il 12 giugno.

Il 12 luglio ricorre il trigesimo della prematura e tragica scomparsa di Gino Zanardini, caduto in servizio perché durante un sopralluogo atto a verificare i danni provocati da una “bomba d’acqua” che aveva colpito la zona, è stato colpito al capo da una pietra staccatasi da uno sperone di roccia nella stretta di Covoli, in Valle delle Cartiere (leggi qui la notizia).

Zanardini si era recato in quella zona per verificare sia i danni causati dal maltempo, sia l’eventuale presenza di persone in difficoltà nella zona.

La tragedia ha colpito molto l’intera comunità e tutti coloro che nel tempo hanno avuto modo e il privilegio di conoscere Gino Zanardini ed il suo spessore umano e professionale.

Giovedì 12 luglio, dunque, nella cornice della bella chiesa di santi Pietro e Paolo a Toscolano Maderno si terrà una messa in suo suffragio organizzata dai colleghi del Fuori Coro.

Alle ore 17 la benedizione del Comando della Polizia Locale di Toscolano Maderno in via Trento 5 e alle ore 18 la messa.

«La cerimonia – spiegano gli organizzatori – al di là del mero aspetto religioso, è soprattutto attestazione di stima, solidarietà e spirito di corpo nei confronti di Gino e della sua famiglia. Una presenza, quella di coloro che potranno intervenirvi, che nella sua triste compostezza sarà più eloquente di mille parole».

La salma di Gino Zanardini condotta nella chiesa di Gargnano per il funerale.

 

I commenti sono chiusi.