Walter e Marco, unione d’amore a Riva del Garda

RIVA DEL GARDA – Sabato a Riva si è celebrata, tra le mura della Rocca, la prima unione civile omosessuale del 2018. Uniti in matrimonio il rivano Walter Lorenzi e il compagno Mario Rottoli, trentino d’adozione. Auguri e felicità agli sposi.

Walter e Mario hanno coronato il loro sogno d’amore. Sabato 1° settembre si sono uniti in matrimonio a Riva del Garda.

Ne dà notizia il quotidiano Trentino, al quale i due hanno dichiarato: «Sono stati fatti molti passi avanti, ma servono interventi educativi ad ampio raggio perché l’omosessualità non sia più vista come una minoranza che non tocca mai nessuno personalmente, ma come un’importante identità presente nella realtà in cui tutti viviamo».

Elegantissimi e felicissimi i due sposi sono la testimonianza della bontà della legge Cirinnà che, anche nel nostro Paese, ha sancito il riconoscimento pubblico di diritti e doveri di ogni coppia che nell’amore, nel rispetto e nel reciproco sostegno, ha deciso di condividere la vita. Una legge che è una tappa miliare verso il raggiungimento della parità dei diritti e fonte di gioiosa serenità per tante coppie di persone dello stesso sesso.

La storia di Walter e Mario, imprenditori turistici nell’alto Garda, è iniziata nel 1990. Sabato, dopo 18 anni, hanno vissuto «un momento che ventotto anni fa non avremmo nemmeno lontanamente immaginato di poter vivere in Italia», ha commentato la coppia.

Foto sopra tratta dal profilo Facebook di Walter Lorenzi.

I commenti sono chiusi.