Ciclabile del Garda, via libera al primo tratto a Riva

RIVA DEL GARDA – La Conferenza dei servizi concede il via al primo tratto della ciclabile che da Riva porterà a Limone, da piazza Catena fino all’imbocco della Ponale, per una lunghezza di 1.535 metri e un costo di 1 milione di euro.

Lo scorso 26 settembre la Conferenza dei servizi della Provincia ha dato il via libera al progetto.

L’autorizzazione riguarda l’unità funzionale 1.1 del progetto, cioè il tratto di ciclabile che da via Monte Oro (piazza Catena) porta fino al sovrappasso per la Ponale e all’imbocco della galleria Panda, sulla statale Gardesana per Limone.

Il progetto provinciale già prevede l’unità funzionale 1.2, dalla galleria Panda alla galleria Orione, con la realizzazione di nuove gallerie nei tratti di Gardesana oggi a cielo aperto, ma in questo caso l’iter non è ancora concluso.

La prima parte dell’Unità funzionale 1, ovvero da Riva del Garda fino alla Galleria di Orione, ha una lunghezza di 1.535 metri per un costo di circa 1 milione di euro; l’appalto dovrebbe partire entro l’autunno 2018.

Il secondo tratto, dalla Galleria Panda alla Galleria Orione, ha una lunghezza di 1.136 metri e un costo preventivato di 5 milioni di euro; si prevede di appaltare fra dicembre 2018 e gennaio 2019.

Ecco come saranno i tratti in galleria del percorso tra Riva e il confine con Limone.

 

Per l’intero tratto trentino di ciclabile si parla di un progetto da 44 milioni. Sono due i tratti di competenza trentina, di raccordo con le sponde veronese e bresciana:

  • il tratto che collegherà Torbole a Malcesine, 5,524 km di lunghezza;
  • il tratto da Riva del Garda a Limone, 6,648 km.

In totale questi 11,851 km costeranno all’incirca 44,870 milioni di euro, di cui circa 25 milioni il tratto fino a Limone.

 

 

I commenti sono chiusi.