Inaugurata la 61ª Fiera di Lonato del Garda

LONATO - Grande parata di autorità nazionali, regionali e locali questa mattina – sabato 19  – a Lonato per l’inaugurazione della 61ª Fiera regionale agricola, artigianale e commerciale di Lonato del Garda, che fino a domani sera animerà il centro cittadino con 300 espositori e un ricco calendario.

Ad animare la cerimonia inaugurale (svoltasi sul palco alla rotonda di via Roma) c’era come sempre la banda cittadina di Lonato, che ha successivamente accompagnato la parata di autorità civili e militari fino al municipio. Sarà lo stesso Corpo musicale di Lonato del Garda ad aprire domani mattina alle 11 la trasmissione “In piazza con noi”, in diretta su Teletutto.

La fiera prosegue questa sera con il concerto della Bandafaber al Teatro Italia e domani per tutta la giornata, con stand espositivi dalle 10 alle 19 e altri numerosi appuntamenti (come da programma seguente).

Prosegue fino al 10 febbraio la rassegna gastronomica “Töt Porsèl”, nei ristoranti lonatesi aderenti all’iniziativa.

L’os de stomèch, prodotto simbolo della Fiera. Ricordiamo anche il circuito enogastronomico lonatese Töt Porsèl, che offre un mese di piatti e specialità a base di carne di maiale.

 

Il programma della giornata di domani

DOMENICA 20 GENNAIO

Ore 09.00: Apertura stand della 60ª Fiera Regionale di Lonato del Garda.

Ore 09.00: Esibizione di motoveicoli Vespa a cura del “Vespa Club Sirmione” con prove presso area antistante la palestra della scuola secondaria “C. Tarello” (via Galilei).

Ore 09.00-20.00: Le Eccellenze Lonatesi si presentano, presso l’Aula Magna delle scuole medie Tarello.

Ore 09.00-20.00: Mostra “Non solo vinile – Vintage Market” presso Palasport aule interne.

Ore 09.00-20.00: Esposizione dell’Associazione Arma Aeronautica nucleo di Lonato, mostra pittori lonatesi, esposizione statica di modellismo, e mostra artisti “hobbisti” lonatesi presso la scuola secondaria “C. Tarello” Via Galilei.

Ore 09.00-20.00: Esposizione dinamica modellismo presso piazzale Palasport.

Ore 09.00-20.00: Mostra d’epoca del ciclo, motociclo e ricambi in collaborazione con “Vespa Club Sirmione”, presso palestra della scuola secondaria “C. Tarello” (Via Galilei).

Ore 09.00-20.00: Antica fattoria presso il piazzale dell’Istituto di Istruzione Superiore “L. Cerebotani”. Un tuffo nel passato con rappresentazione della vita contadina di un tempo.

Ore 09.30-12.00 e ore 14.00-19.00: Mostra-Concorso Fotografico “La Mia Lonato”: spazi e scorci della cittadina lacustre, presso la sala polifunzionale della Rsa della Fondazione Madonna del Corlo in Viale Roma n. 12.

Ore 10.00-12.30 (ultima salita): Apertura della Torre Civica di Lonato del Garda a cura dell’Associazione “La Polada”. Ingresso gratuito.

Dalle ore 10.00: Incontri e show cooking presso lo stand di Radio Bruno, Piazza Martiri della Libertà.

Ore 10.00: Inizio gare gastronomiche “El salam pö bù de Lunà” (valutazione miglior salame) alla presenza del maestro norcino e “Sant’Antone chisöler” (valutazione miglior chisöl) .

Ore 10.00: Apertura 61ª manifestazione nel centro storico con la partecipazione delle frazioni lonatesi, dei commercianti, delle aziende agricole e delle associazioni. Enogastronomia con vendita e degustazioni gratuite ed intrattenimenti per bambini.

Ore 10.00-18.00: “Ludoteca 80”, giochi in legno di una volta presso lo stand di Radio Bruno, angolo Via Galilei – Via Marconi (fronte scuole medie Tarello).

Ore 10.30: Benedizione dei trattori presso l’area Busi, seguirà processione con percorso: Via Montebello, Borgo Clio e Via Barzoni.

Ore 11.00: “Monasteri Agricoltura prodotti e Tradizioni… racconti di terra e cielo” presso lo stand di Radio Bruno, Piazza Martiri della Libertà.

Ore 11.30: Degustazione gratuita di “Risotto con Òs de Stòmech”, cucinato dagli Alpini della Sezione di Lonato, presso Piazza Martiri della Libertà.

Ore 13.00-14.00: Iscrizioni 6ª Gimcana Vespistica presso l’area antistante la palestra della scuola secondaria “C. Tarello” (Via Galilei). Inizio gara ore 14.00 circa.

Ore 14.00: Benedizione del Palio e dei giocatori. Corteo del Palio e, a seguire, “Palio delle frazioni” presso Piazza Matteotti – Torre Civica.

Ore 14.30-17.00 (ultima salita): Apertura della Torre Civica di Lonato del Garda a cura dell’Associazione “La Polada”. Ingresso gratuito.

Ore 15.00: “Lo Zafferano si racconta” presso lo stand di Radio Bruno, Piazza Martiri della Libertà.

Ore 15.00-17.00: “Piccoli chef all’opera” presso lo stand di Radio Bruno, Piazza Martiri della Libertà.

Ore 15.00-18.00: Area Bimbi – “Party Lego” costruzioni Lego con animazione presso lo stand di Radio Bruno, angolo Via Galilei – Via Marconi (fronte scuole medie Tarello).

Ore 15.30-17.30: Commedia brillante dialettale “Che fadiga per iga en cóp söl có” della Compagnia Teatrale “I Novagliesi” presso la Fondazione Madonna del Corlo in Viale Roma n. 12. A seguire rinfresco.

Ore 16.30: Premiazione nell’ambito della mostra d’epoca del ciclo, motociclo e ricambi in collaborazione con “Vespa Club Sirmione”, presso la palestra della scuola secondaria “C. Tarello” in Via Galilei.

Dalle ore 17.00: Momento musicale con chitarra e voce dal vivo presso lo stand di Radio Bruno, Piazza Martiri della Libertà.

Ore 17.00: “Lavanda e distillazione degli oli essenziali” presso lo stand di Radio Bruno, Piazza Martiri della Libertà.

Ore 17.00: Premiazione delle gare gastronomiche “El salam pö bù de Lunà” e “Sant’Antone chisöler” in Piazza Martiri della Libertà, con assaggi gratuiti dei prodotti in concorso.

Ore 20.00: chiusura della 61ª Fiera Regionale di Lonato del Garda.

Per informazioni: Ufficio Fiera 030.9131456 o f[email protected]

 

Hanno detto

La Fiera di Lonato è la prima manifestazione dell’anno, dedicata per vocazione all’agricoltura, in una comunità che ha l’agricoltura nel proprio dna, come ha sottolineato il sindaco Roberto Tardani. «Si ripresenta come una vetrina straordinaria che ci invita a guardare al futuro, scommettendo sul valore delle nostre imprese e sulla caparbietà dei nostri imprenditori, che con costanza e grande capacità portano avanti il made in Italy in vari settori. In questa direzione va la volontà di dedicare un padiglione alle eccellenze lonatesi, non solo agricole».

Una manifestazione realizzata grazie al contributo di tanti volontari, vero motore della kermesse, guidati dal direttore Davide Bollani. Un’edizione che è partita con una buonissima affluenza di visitatori sin dalle prime ore del mattino.

Tra le tante autorità presenti, l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli ha sottolineato l’importanza di «fare sistema» e «coniugare tradizione e innovazione», sottolineando la possibilità della Regione Lombardia di primeggiare a livello nazionale grazie al contributo dei bresciani.

Per l’assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi il valore della fiera è anche quello di «fare identità», in quanto «eventi come questo sono radicati nel passato ma anche nel futuro. Un futuro rappresentato dalla Provincia di Brescia, la prima provincia agricola d’Italia, e dalla Lombardia, la prima regione agricola».

Non poteva mancare il neopresidente nazionale di Coldiretti Ettore Prandini: «Lonato porta bene», ha esordito riferendosi sia alla sua personale esperienza politica ma anche riferendosi all’accordo chiuso la sera prima con i ministri Gian Marco Centinaio (Politiche agricole) e Luigi Di Maio (Sviluppo economico) sull’estensione dell’obbligo dell’origine per tutti i prodotti agroalimentari italiani, «misura che rientra nel Decreto Semplificazione e che dovrà essere votato dal Parlamento. È un diritto dei cittadini sapere cosa consumano e per le imprese significa avere la possibilità di continuare su una politica distintiva, anche all’estero. Grandi possibilità quindi per la crescita dell’agroalimentare italiano, un settore che oggi offre più opportunità di altri settori».

Il presidente della Provincia di Brescia Samuele Alghisi ha infine rimarcato che «la Fiera di Lonato è un orgoglio per la provincia, una vetrina importante per le eccellenze del territorio, che rappresenta una parte sana, produttiva e di resistenza dell’economia territoriale».

Presenti all’inaugurazione anche gli onorevoli Paolo Formentini e Annalisa Baroni, i consiglieri regionali Claudia Carzeri e Federica Epis, il vice presidente della Provincia Adrea Ratti e numerosi rappresentanti dei comuni limitrofi.

 

I commenti sono chiusi.