Arco in lutto per il bimbo investito, bandiere a mezz’asta

ARCO - La Comunità di Arco è profondamente scossa dall'incidente accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 20, che ha portato alla morte il piccolo Mario Stevanoski, 2 anni, in vacanza qui con la famiglia.

“Una tragedia simile – scrive in un comunicato l’Amministrazione comunale – colpisce in primo luogo la famiglia della vittima, ma si ripercuote anche in chi ha assistito impotente e in chi ha cercato invano di prestare soccorso, in chi è stato coinvolto, in chi si immedesima in un così grande dolore.

La Città di Arco vuole testimoniare solidarietà alla famiglia del piccolo Mario, mettendo a mezz’asta  le bandiere sui palazzi municipali.

Anche la Festa della musica, per tradizione organizzata il 21 giugno, quest’anno è segnata da una tristezza che lascia senza parole.

L’Amministrazione comunale, la SMAG – Scuola Musicale Alto Garda e tutti i musicisti impegnati nella manifestazione intendono dedicare un momento di ricordo all’apertura del pomeriggio, fissato presso il Palazzo delle Pale alle 17.

Un minuto di silenzio e raccoglimento, scandito dal suono della campana della Collegiata. sarà poi osservato da tutte le postazioni della festa alle 19.

Il bimbo era arrivato ad Arco dalla Germania con papà, mamma, il suo gemello e la sorella maggiore, per fare visita a parenti e trascorrere un breve periodo di vacanza sul Garda.

Giovedì la tragedia, in una delle vie più frequentate del centro della cittadina trentina, via Nas, dove il bimbo è stato travolto da un’automobile.  Sembra che Mario stesse uscendo dalla palazzina col papà quando si è divincolato dalla presa del genitore correndo in strada.

Un auto in transito guidata da una donna della zona non ha potuto evitarlo.

 

 

I commenti sono chiusi.