Il Chiese e la depurazione gardesana, incontro pubblico a Gavardo

GAVARDO - Lunedì 7 ottobre alle 20.30, nella sala civica Zane a Gavardo, incontro "Salviamo i fiume Chiese". Tema della serata il progetto della depurazione gardesana e l'ipotesi di scaricare nel fiume le acque depurate.

Intervengono Gianluca Bordiga, portavoce del “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro”; Stefano Guarisco, esperto ambientale e di tecniche di depurazione; Filippo Grumi, ingegnere civile.

«Il “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro” – spiegano gli organizzatori – ha programmato molte pubbliche assemblee zonali lungo tutta l’asta dei 160 chilometri del fiume Chiese, per informare sulle finalità del Tavolo in generale, e in particolare per informare la cittadinanza dell’intera asta sulla gravissima minaccia che viene dal lago di Garda, col progetto che vorrebbe scaricare nel Chiese la sua depurazione».

«Il nostro Tavolo – dice il portavoce Gianluca Bordiga – in questo modo sta sviluppando un processo culturale di identità territoriale, finalizzata alla unità dell’intera asta del Chiese e del suo Lago d’Idro, al fine si porre fine all’uso insostenibile e indiscriminato della risorsa primaria, per arrivare invece ad una gestione coordinata e oculata delle acque».

Il Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago D’Idro è composto da 19 formazioni sociali che operano per il deflusso ecologico funzionale (DEF) in ogni tratto dell’asta dei 160 chilometri del Fiume, in 2 Regioni, 3 Province e 30 Comuni.

 

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.