La legalità incontra il divertimento. Una serata all’Art Disco con Legami Leali

DESENZANO - Venerdì 18 ottobre Art Club Disco dedica una serata al progetto Legami Leali per sostenere le attività del progetto e raccontare ai giovani la legalità come passione e cura di sé e degli altri. Sostenere la legalità non è mai stato così divertente.

Legalità: suona come un parolone, ma si concretizza a piccoli passi. Nasce dai piccoli gesti quotidiani, dall’attenzione per gli altri, dalla disponibilità a condividere, da ogni scelta di responsabilità.

Da un anno a questa parte il progetto Legami Leali ha raccolto la sfida di far toccare con mano la legalità alla comunità gardesana e soprattutto ai giovani, costruendo processi partecipati di cittadinanza attiva e cura del bene comune.

Un obiettivo impegnativo, come impegnativo è il concetto che Legami Leali promuove: la legalità come valore positivo, come relazione di comunità, passione e cura del proprio territorio e delle persone che lo abitano. Per raccontare tutto questo ai ragazzi del territorio e sostenere il lavoro avviato da Legami Leali nel suo primo anno di attività Art Club Disco, realtà che da sempre mixa sapientemente divertimento e sensibilizzazione, ha deciso di dedicare uno dei suoi venerdì al progetto.

L’organizzazione della serata rappresenta il prosieguo della collaborazione nata durante l’estate tra Legami Leali e Madame Sisì, al secolo Carlo Tessari, anima e titolare del locale: collaborazione che ha portato alla creazione della maglietta “Petalo#do”, presentata lo scorso 14 luglio nell’ambito della RugbyFest di Desenzano del Garda: il suo disegno, ideato da Madame Sisì, unisce in un fiore la musica come linguaggio universale, la cura dell’ambiente, e la semplicità del dono.

Vi è infatti rappresentata una margherita, simbolo di semplicità, nei colori di Legami Leali, i cui petali ricordano i tasti di un pianoforte e riportano i messaggi positivi legati alla legalità: giustizia, diritti, felicità, passione per il proprio territorio, comunità.

 

Il fiore rappresenta il dono più semplice e istintivo e richiama l’importanza di contribuire, ciascuno nella propria quotidianità, al bene della comunità e dell’ambiente che ci circonda; la maglietta reca, inoltre, la scritta “Petalodo”, unione dell’aspirante aggettivo “petaloso” – che, proprio come la legalità, potrà entrare nel vocabolario solo se ciascuno di noi lo farà suo – con la nota musicale “do”, base di un linguaggio, quello musicale, che trascende le lingue e le culture.

La serata a favore di Legami Leali si terrà il prossimo 18 ottobre e le magliette “Petalo#do” saranno parte integrante dell’evento: sarà infatti allestito un corner dove i presenti potranno averle in cambio di una donazione al progetto; a questo si aggiungerà, nel corso della serata, l’immancabile show di Madame Sisì, che per l’occasione toccherà il progetto e i suoi temi.

Madame Sisi, al secolo Carlo Tessari, anima e titolare dell’Art Club Disco.

 

Legami Leali è un progetto di welfare comunitario, avviato nel territorio del Garda bresciano allo scopo di recuperare regole, opportunità, relazioni e responsabilità all’interno della comunità. Il progetto, co – finanziato da Fondazione Cariplo nell’ambito del programma Welfare in Azione, è capofilato dall’Azienda Speciale Consortile Garda Sociale e partecipato da otto cooperative sociali (La Sorgente s.c.s. Onlus; La Nuvola nel Sacco s.c.s. Onlus; Area s.c.s. Onlus; Tempo Libero s.c.s. Onlus; Il Calabrone s.c.s. Onlus; La Vela s.c.s. Onlus) e due consorzi di cooperative sociali Tenda e Laghi.

Il progetto promuove attività di sensibilizzazione della comunità e delle scuole sul tema della legalità, azioni di riutilizzo di immobili confiscati alla criminalità organizzata e beni comuni, percorsi di accompagnamento di minori e giovani adulti seguiti dai servizi sociali o a rischio di esclusione sociale, attraverso processi partecipati di cittadinanza attiva e di cura del territorio.

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.