«Rigoni Stern»: domani la premiazione

RIVA DEL GARDA - Si tiene venerdì 2 settembre alle 17.30 al Palazzo dei Congressi di Riva del Garda la finale del 12° Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi. 

In lizza per la vittoria ci sono:

  • Carlo Barbante con “Scritto nel ghiaccio. Viaggio nel clima che cambia” (Il Mulino),
  • Adeline Loyau con “Les tribulations d’une scientifique en montagne” (Glenat),
  • Paolo Malaguti con “Il moro della cima” (Einaudi)
  • Annalina Molteni con “L’ombra dei Walser” (Monterosa).

Nell’ambito della cerimonia sarà consegnato anche il Premio Guardiano dell’Arca – Osvaldo Dongilli, quest’anno attribuito alle api, insetti insostituibili per la conservazione della biodiversità, il cui numero negli ultimi anni sta conoscendo un forte calo. Ritirerà il premio l’entomologo e apicoltore Paolo Fontana, presidente della World Biodiversity Association.

La giuria è composta da Sara Luchetta, Giuseppe Mendicino, Luca Mercalli, Annibale Salsa e Niccolò Scaffai.

In chiusura della cerimonia e durante il successivo rinfresco è in programma l’esecuzione di alcuni brani musicali dedicati all’ambiente montano e alla guerra, eseguiti dal coro Castel della sezione di Arco della Sat, con lettura di alcune pagine di Mario Rigoni Stern.

Entrata libera, prenotazioni allo Iat di Asiago (telefono 0424 462221) o a Riva del Garda Fierecongressi (telefono 0464 570100), oppure per email agli indirizzi [email protected][email protected]

 

 

I commenti sono chiusi.