Riscatto rete gas: mazzata da più di 4 mln

0

TOSCOLANO MADERNO – Più di 4 milioni di euro. Tanto è chiamato a sborsare il Comune di Toscolano Maderno per la questione del riscatto della rete del gas. Lo stabilisce una sentenza della Corte d’Appello. Notizia catastrofica per il bilancio comunale.La doccia fredda è arrivata martedì 13 maggio, quando è stato notificato all’Amministrazione comunale l’esito della sentenza avente ad oggetto «Impugnazione per nullità del lodo arbitrale sottoscritto in Milano in data 23 febbraio 2011».

La sentenza emessa dalla I Sezione Civile della Corte d’Appello di Milano vede dunque confermata la validità del lodo arbitrale sottoscritto dall’Amministrazione Righettini, condannando il Comune di Toscolano Maderno a pagare 3,8 milioni, ai quali vanno sommate le spese legali e l’iva, per un ammontare complessivo, ancora in via di definizione, che certamente supererà i 4 milioni di euro.

«Stiamo valutando – spiega il sindaco Delia Castellini – tutti gli scenari futuri che la sentenza impone, analizzando gli ulteriori passi da intraprendere sul piano giuridico  così come su quello finanziario – contabile. Per ora chiederemo la sospensiva del pagamento». Tutto ha origine una decina d’anni fa, quando il Comune (sindaco Paolo Elena) decise di riscattare da Enel la rete della distribuzione del gas, per affidarla ad un concessionario in cambio di un canone annuo  di 600mila euro. Per cedere gli impianti Enel chiedeva un indennizzo di 7,2 milioni, dieci volte di più di quanto offriva il Comune. Per risolvere il braccio di ferro e trovare un accordo ci si è quindi affidati a un collegio arbitrale, che ha fissato l’importo dovuto dal Comune ad Enel in 3 milioni e 807mila euro, più 480mila euro di spese legali e 114mila euro di imposte.

Una cifra considerata eccessiva dal Comune che nel 2011 (sindaco Roberto Righettini) decise di impugnare il lodo davanti alla Corte d’Appello. L’altro giorno è arrivata la sentenza, che ha materializzato l’incubo che tempo assillava l’Amministrazione, che ora, vista la gravità della situazione, «intende confrontarsi con i cittadini – annuncia il sindaco Castellini – in un’assemblea pubblica che si svolgerà giovedì 22 maggio nell’auditorium delle scuole medie».

Aggiunge il primo cittadino: «L’auspicio è che la comunità di Toscolano Maderno sappia rispondere unita a questa difficile sfida e che i cittadini, messi dinnanzi ai danni che la faciloneria e l’arroganza nella gestione della cosa pubblica possono cagionare, divengano sempre più attenti e consapevoli nel valutare le scelte compiute dai propri rappresentanti».

municipio Toscolano Maderno
Il municipio di Toscolano Maderno

Lascia una risposta