Domenica di apertura per la villa romana

0

TOSCOLANO – Domenica 6 dicembre nell’ambito dell’iniziativa «Domenica al Museo», apertura straordinaria della villa romana di Toscolano.

L’ingresso è libero; dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30. Situata in una posizione incantevole sulle sponde del lago di Garda, la villa risale al I secolo d.C. ed è abitata sino alla prima metà del V secolo, data della sua distruzione. Era una delle più belle ville del lago per le sue caratteristiche architettoniche e la ricchezza dell’apparato decorativo, nonché per la sua grandezza di almeno 12.000 metri quadrati dopo quella di Sirmione e Desenzano.

Si sapeva della sua esistenza già sin dal XV secolo ma solo alla fine dell’Ottocento furono compiuti i primi scavi per capire che si trattava proprio di una grande villa romana. Nonostante questo, gli scavi ripresero solo nel 1967 per ritrovi fortuiti e continuarono a più riprese fino all’ultima campagna conclusasi lo scorso anno.

La villa, nonostante importanti trasformazioni, si presentava con un grande impianto scenografico rivolto verso il lago con loggia frontale e con avancorpi sui lati nord e sud. In una parte più bassa si trovava un grande bacino-fontana lungo 50 metri. Purtroppo poco si è conservato dell’arredo architettonico dell’edificio, ma sono ancora ben visibili e ben conservati parti di pavimento mosaicato, alcune pitture parietali e una parte delle terme.

Grazie al ritrovamento di un’iscrizione con dedica di Marco Nonio Macrino alla moglie si è potuto stabilire che l’edificio apparteneva ai Nonii, una delle più prestigiose e importanti famiglie bresciane. Marco Nonio Macrino è un esponente di rilievo dei Nonii poiché la sua carriera si svolse sotto gli imperatori Adriano, Antonino Pio e Marco Aurelio. Console nel 154 d.C., fu governatore della Pannoia superiore, proconsole d’Asia, governatore di Spagna pur conservando sempre un rapporto privilegiato con la sua città di origine.

villa romana toscolano
Visitatori nel sito archeologico della villa romana di Toscolano.
villa romana toscolano
Anche una svastica nelle decorazioni a mosaico della domus di Toscolano.
villa romana toscolano
La ricostruzione della villa romana, che conservò sino alla distruzione (nel V sec d.C.) aspetti propri di una domus di grande lusso.
villa romana Toscolano
Veduta aerea della villa romana di Toscolano. Appartenne a Marco Nonio Macrino, amico dell’imperatore Marco Aurelio.

Lascia una risposta