Atti osceni davanti ad adolescenti, denunciato un 23enne di Desenzano

DESENZANO – Il Commissariato di Desenzano ha indagato in stato di libertà per il reato di atti osceni un cittadino italiano di anni 23, residente a Desenzano. Il ragazzo si masturbava davanti ad adolescenti presso scuole e parchi pubblici.

La vicenda ha avuto inizio alcuni mesi fa, dopo alcune segnalazioni a riguardo di un giovane che, nei pressi di luoghi abitualmente frequentati da minori, si masturbava innanzi a ragazze dai 13 ai 17 anni, fuggendo prima dell’arrivo di adulti o delle forze dell’ordine.

In seguito alle denunce presentate da alcuni genitori, il Commissariato attivava le indagini del caso, esaminando le registrazioni del sistema di videosorveglianza cittadino, e individuava un giovane italiano di 23 anni, abitante a Desenzano, che aveva un’auto con caratteristiche simili a quelle indicate dalle vittime.

Le successive investigazioni portavano ad acquisire elementi per attribuire al 23enne la responsabilità in una decina di episodi di atti osceni commessi dall’ottobre del 2017 al maggio 2018, nei pressi di istituti scolastici e parchi pubblici.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia ha emesso provvedimento di avviso di conclusione delle indagini preliminari indagando il giovane per il reato di atti osceni (art. 527 comma 2 c.p.).

I commenti sono chiusi.