Tromba d’aria, disastri sull’Alto Garda

0

ALTO GARDA – Un’altra bomba d’acqua, questa volta accompagnata da un vento violentissimo, ha scatenato l’inferno nel pomeriggio di venerdì 19 settembre sull’Alto Garda.

Alberi caduti, tombini esplosi, strade trasformate in fiumi, barche cadute dagli invasi, allagamenti, traffico in tilt sulla Gardesana e in diverse strade interne, soprattutto a Gardone Riviera.

L’ennesimo temporale, ma sarebbe meglio definirlo una vera e propria tromba d’aria, di questa folle estate si è abbattuto sull’alto lago poco dopo le 17. Alla Marina di Bogliaco sono cadute dagli invasi alcune barche del Circolo vela (nella foto).

A Maderno sono cadute alcune piante al campo ippico, dove era allestita la partenza del triathlon in programma domani.

Alberi schiantati anche a Gardone Riviera, a Morgnaga, a Barbarano, a Salò. Sono decine le piante cadute sotto le sferzate del vento. Alcune secolari. Un disastro, insomma, anche dal punto di vista ambientale.

Bloccato a lungo il transito sulla Gardesana, che a Gardone sembrava un impetuoso fiume in piena. All’altezza del Rimbalzello un grande albero è caduto sulla carreggiata, bloccando il traffico in entrambi i sensi di marcia per oltre un’ora. La circolazione è potuta riprendere solo dopo la rimozione del tronco.

Decine le chiamate ai Vigili del Fuoco e alla Polizia Locale. Tutti i mezzi delle forze dell’ordine sono impegnati sul territorio per le numerosissime emergenze.

Da Toscolano Maderno giunge la notizia di una persona ferita in modo lieve in un campeggio a causa della caduta di piante sulla roulotte in cui si trovava.

albero caduto gardone
Decine le chiamate ai Vigili del Fuoco e alla Polizia Locale.
Albero caduto gardone
Albero caduto a Gardone Riviera in via Dei Colli.
barche bufera
Barche del Circolo vela cadute dagli invasi al Marina di Bogliaco.
albero caduto gardone
Un albero caduto a Gardone Riviera, nei pressi delle scuole elementari.

Lascia una risposta