Folla per la 58ª Fiera di Lonato

0

LONATO – Sole e migliaia di persone per la 58ªedizione della Fiera di Lonato. Prosegue fino all’11 febbraio il circuito gastronomico Töt Porsèl in dieci ristoranti lonatesi.

È stata la prima fiera della nuova amministrazione Tardani, guidata dal presidente Valentino Leonardi – alla sua undicesima edizione – e dal nuovo direttore del comitato fiera Davide Bollani. In chiusura della manifestazione, sindaco e presidente non hanno mancato di ringraziare tutti i collaboratori, i numerosi volontari e le forze dell’ordine che hanno lavorato in questi giorni per offrire al pubblico un evento da record, in sintonia con la tradizione, pur con qualche novità, divertimento per tutti e nella più completa sicurezza.

Migliaia gli ospiti anche oggi hanno affollato le vie e le piazze di Lonato, già dalle 10 di ieri, domenica, per la benedizione dei trattori e l’apertura degli stand. Ben 950 le porzioni di risotto preparato e servito dagli Alpini, con l’os de stomèch da guinnes dei primati, sono state distribuite dalle 11.30 alle 14 sotto il portico del municipio. Un successo di pubblico anche per la trasmissione in diretta su Teletutto, tra le 11 e le 12.30 in piazza Martiri della libertà, a cui hanno preso parte le varie associazioni ed eccellenze lonatesi, a partire dal Corpo Musicale Città di Lonato, apprezzata colonna sonora della città e della trasmissione “In piazza con noi” (in replica questa sera alle 20.30).

In occasione della Fiera ispirata al santo protettore degli animali e delle campagne, proprio nel giorno di S.Antonio abate, l’amministrazione comunale ha scoperto l’insegna e ufficializzato l’intitolazione della farmacia comunale in via Cav. Di Vittorio Veneto al santo eremita. La breve cerimonia si è svolta alla presenza del sindaco Roberto Tardani, della presidente Clara Andreis e del componente del Cda della società “Farmacia di Lonato srl” Marco Kirchmayr.

L’intera giornata è poi trascorsa all’insegna della festa in piazza, e proprio sotto la torre civica, in piazza Matteotti, tra antichi giochi popolari si sono sfidate le frazioni lonatesi partecipanti al Palio di Sant’Antonio abate, vinto da Sedena tra gli applausi di centinaia di persone e la diretta di Radio Noi Musica. Infine, ecco i vincitori delle gare gastronomiche: Alessandro Taglietti (Desenzano) ha conquistato la giuria con il miglior salame nostrano, seguito da Zeno Roverato (Ceresara) e Mauro Papa (Lonato); mentre il miglior chisöl è stato sfornato dal signor Yeki Scudella (Montichiari), seguito daAnna Maria Guarisco (Calcinato) e Daniela Formenti (Lonato).

La fiera ha chiuso i battenti ieri sera, con il concerto di chitarre della scuola “Paolo Chimeri” e l’ultimo appuntamento musicale in Basilica tra le voci del Coro Arcangelo Da Lonato. Continua fino al 31 gennaio la mostra d’arte “Fuori dal seminato: le 10 giornate dell’agricoltura”, visitabile nella sala degli specchi di Palazzo Zambelli con opere realizzate da numerosi artisti del territorio. Proseguirà inoltre fino all’11 febbraio il circuito gastronomico Töt Porsèlcon menu a base di carne di maiale proposti da dieci ristoranti lonatesi.

farmacia comunale lonato
L’intitolazione della farmacia comunale in via Cav. Di Vittorio Veneto a S.Antonio abate.

Lascia una risposta